s
Cerca:

Archivi del mese luglio, 2011

L’inflazione della zona euro

inflazione-euro-150x150

La politica monetaria in Gran Bretagna, l’inflazione della zona euro, le case svedesi, le banche in Europa orientale, la fiducia dei consumatori turchi, la produzione polacca. Abbiamo cambiato le nostre tariffe chiamata al Regno Unito e ora non prevediamo alcuna necessità di aumentare nella seconda metà del 2012, come la Banca d’Inghilterra è lieta di sostenere la crescita economica mentre l’economia sta attraversando una dolorosa austerità fiscale e riequilibrato. L’immagine di ciascun paese dell’area dell’euro suggerisce che l’inflazione core rimane ancorata e in generale, il Cpi della zona euro nel mese di giugno è aumentato del 2,7% anno su anno, ma era piatta di anno in anno. I dati pubblicati nelle ultime settimane indicano la debolezza nel settore immobiliare svedese, mentre l’indicatore di fiducia nel settore retail della Federazione dei Mercanti svedese nel mese di luglio è sceso al livello più basso da agosto 2009. L’ultima serie di stress test delle banche europee hanno mostrato complessivamente risultati positivi per il settore bancario in Europa orientale e le più grandi banche in Europa occidentale superato. In Turchia, lo studio della fiducia dei consumatori nel mese di giugno ha raggiunto il suo livello più alto dalla metà del 2007, e la valutazione del consumatore della situazione economica generale nei prossimi tre mesi ha rotto la soglia dei 100 per la prima volta dal marzo 2005. Nel frattempo, le statistiche dell’ufficio polacco ha detto che la produzione industriale ampliato giugno solo il 2% su base annua, con un calo significativo rispetto al 7,8% di crescita annuale registrata in maggio, che indica che il rallentamento dell’attività manifatturiera nel secondo trimestre potrebbe continuare nel terzo trimestre.

L’euro ha raggiunto livello più basso dalla sua creazione alla sua intersezione con il franco svizzero

soldi

L’incertezza è tornata ai mercati finanziari e valutari sono dubbi che sono stati restituiti per proteggere gli investitori. Particolarmente significativo è stato il calo rispetto al franco svizzero, valuta svizzera motivati perché, in contesti di avversione al rischio si comporta come un rifugio sicuro.

In particolare i rendimenti 1,65 per cento a 1,157 franchi svizzeri, il suo più grande calo dallo scorso 11 luglio, ma potrebbe essere peggio, perché il tasso di cambio intraday dell’euro contro la valuta svizzera ha perso più del 2 per cento fissato record negativo in 1,5199 franchi.

Anche se l’euro ha perso terreno in tutti gli incroci, di fatto nei confronti del dollaro la moneta europea si è mossa quasi piatto con un apprezzamento del 0,02 per cento. Ma il biglietto verde è stata l’eccezione, per quanto riguarda la moneta comune JPY ha subito una flessione di 0,22 punti percentuali, mettendo la mano nella ¥ 112,52 per euro. Queste fluttuazioni sono derivati dalle notizie che arrivavano dagli Stati Uniti, che hanno oscurato l’effetto dell’accordo sulla base di un dolce greco di ristrutturazione del debito. Democratici e Repubblicani non il progresso nelle trattative per aumentare il massimale del debito e la scadenza del 2 agosto, è molto vicino. Questa settimana tutti gli occhi saranno puntati sul Congresso U. S. attesa per le due parti hanno finalmente raggiunto un accordo che impedisce una paralisi di governo.

Andamento nell’area dell’euro

200px-Logo_European_Central_Bank_svg

La moneta nell’area dell’euro, misurata dalla M3, è aumentato del 2,1% nel giugno dell’anno, rispetto al 2,5% di maggio. Gli analisti interpellati da Bloomberg prevede in media un incremento del 2,3%. La M3 comprende una moneta in circolazione, depositi a vista e depositi a termine fino a due anni, depositi rimborsabili fino a tre mesi, pronti contro termine e fondi di investimento relativi al debito in fondi del mercato monetario (FIAMM). E ‘considerato dalla Banca centrale europea (BCE) è un indicatore delle pressioni inflazionistiche per il mercato.

L’andamento del mercato finanziario del periodo

graphics-euro-dollar-balance-03-by-dragonart

Il costo del finanziamento a breve termine in Italia è aumentato di 150 punti base rispetto al mese scorso in un’asta tenutasi il Martedì. L’asta, a 6,750 miliardi di euro, è stato il primo test di appetito degli investitori secondo i giornali italiani dopo il ritorno delle paure che questo paese sarà il prossimo a cadere nella crisi del debito nella zona euro, a causa delle tensioni politiche ed ad una combinazione di alto debito pubblico e bassa crescita. Il rendimento lordo dei BOT bollette dodici mesi è salito al 3,67% dal 2,14% dell’asta precedente, nel mese di giugno. E ‘stato raggiunto il livello più alto dal settembre 2008, secondo i calcoli di Reuters su dati del Tesoro italiano. “L’Italia ha venduto i propri titoli di debito pubblico che dovrebbero dare al mercato un certo sollievo nel breve periodo”, ha detto Peter Chatwell di Credit Agricole. “Le prestazioni sono molto superiori all’asta giugno, che è un esempio recente del fatto che il credito italiano ha sofferto”, ha detto. La domanda ha superato l’offerta pari a 1,55 volte, rispetto a 1,71 volte del mese di giugno, quando il Tesoro ha venduto 6,000 milioni di titoli.

Tasso di cambio fisso

image_mini

In questo caso, il valore della moneta è fisso contro un’altra valuta, un paniere di valute, o altra misura del valore, per esempio l’oro. Nei paesi latinoamericani è stato comune del tasso di cambio è fisso rispetto al dollaro. I tassi di cambio fissi sono criticate perché, essendo un prezzo rigido, in grado di creare rigidità e squilibri nell’economia. Ad esempio, un deficit della bilancia dei pagamenti può essere esteso per un periodo di tempo senza il tasso di cambio viene modificato per bilanciarla.Il tasso di cambio è stato generalmente utilizzato come ancoraggio nominale. In un’economia aperta, i prezzi dei beni commerciabili, non possono essere molto diversi dai prezzi di questi beni. Sul tasso di cambio, può essere utile per ridurre l’inflazione nel settore commerciabili, a causa delle connessioni con i non-negoziabili settore, l’inflazione in tutta l’economia. Questo è rinforzata perché, se vi è una forte convinzione che l’impegno a mantenere il tasso di cambio sarà soddisfatto, è possibile rimuovere le aspettative di svalutazione. Inoltre, il controllo dell’offerta di moneta cessa di essere efficace, perché in un regime di cambio fisso sterilizzare i flussi di capitale tutti i movimenti di massa monetaria. L’esperienza storica dei paesi con scarsa influenza sul mercato valutario internazionale mostra che i tassi di cambio fissi lavorare per un certo periodo di tempo allentamento dell’inflazione, ma gli squilibri che si generano sono accumulati nel tempo, in modo che il uscita del tasso di cambio fisso è solitamente accompagnata da altri fenomeni, come la forte deprezzamento della moneta perdite sui depositi bancari e deflussi di capitale. Questi fenomeni possono influenzare negativamente il tasso di crescita.

Tasso di cambio fluttuante

pa3667c_thumb3

Questo regime è spesso chiamato anche fluttuazione del tasso di cambio o flessibili.

Sotto tasso di cambio fluttuante, il tasso di cambio è determinato senza l’intervento del governo nel mercato valutario. Cioè, il tasso di cambio è il risultato dell’interazione tra domanda e offerta di valute nel mercato dei cambi.

In ogni paese c’è un regime di puro galleggiamento, a causa della elevata volatilità e gli effetti sull’economia reale. E ‘per questo motivo che spesso le banche centrali intervengono sul mercato dei cambi per evitare forti oscillazioni del tasso di cambio. Quando la Banca centrale interviene offrendo o chiedendo regime valutario si chiama dirty float.

Molti economisti sostengono che un regime di fluttuazione è favorevole per la crescita e la stabilità a lungo termine dell’economia, perché il tasso di cambio si apprezza o si deprezza per lisciare urti e cicli economici. Una molto semplice (forse troppo) sarebbe un paese che ha un deficit commerciale in questo caso la domanda di moneta è superiore al suo approvvigionamento (ceteris paribus), per cui il rialzo dei tassi di cambio, che aumenta commerciabili e l’abbassamento non commerciabili. Il processo continuerà fino a quando si rimuove il deficit commerciale. Questo esempio serve anche a guardare surreale il rapporto tra il mercato dei cambi e l’economia reale.

Tuttavia, può accadere che la Banca Centrale interviene impedendo il tasso di cambio apprezzare o deprezzamento ulteriore. In questo caso, sebbene ci sia un regime di tasso di cambio fluttuante, in pratica il valore del tasso di cambio rimane stabile nel tempo.

Tasso di diffusione e scambio

9076854-financial-charts-and-graphs-on-the-table

Il prezzo di una moneta è di solito rappresentato in due prezzi. Il prezzo più basso rappresenta il prezzo di offerta o domanda (bid). Si chiama acquirente in quanto il prezzo che paghiamo cambio i soldi per comprare valuta estera. Il prezzo più alto è il prezzo richiesto o offerta (offerta). Lo spread è la differenza tra l’acquirente e il venditore.Per esempio, se la coppia EUR / USD è 1.2025/1.2028, allora lo spread è pari a 0,0003. La diffusione tende a variare a seconda di dove il cambiamento è fatto e in base alla quantità. Di solito le persone ricorrere a scambio case di cambiare piccole quantità di valuta estera. Gli investitori, comunque, trattare grandi quantità di valuta estera, le altre istituzioni che offrono uno spread più basso, o in uffici di cambio o le banche stesse, ma con uno spread più basso.

Altri modi per rappresentare il tasso di cambio

f_8054589abef034a0236ba06c1e36fabc

Ci sono altri due modi per rappresentare il tasso di cambio. Le dirette e indirette. La via diretta è il più utilizzato, e in questo caso il tasso di cambio indica il numero di unità monetarie sono necessari per acquistare un’unità di valuta estera. Per esempio, se letto in un giornale in Messico che il tasso di cambio del dollaro è di 11, ci dice che deve pagare 11 pesos per un dollaro. Il modo indiretto è usato in Inghilterra e in Australia, Nuova Zelanda e Canada. Tuttavia, alcuni libri di testo economico leggere in America Latina sono utilizzati anche perché sono traduzioni. Il tasso di cambio indiretto è l’inverso di quanto sopra, e indica quante unità di guadagno di cambio delle valute di una unità di valuta.

Simboli e convenzioni

cosè-il-forex

È possibile utilizzare diverse convenzioni per esprimere il tasso di cambio.

Nel mercato del forex , utilizzando una simbologia di coppie di valute. Ogni moneta è rappresentato da tre lettere, come il dollaro USA è di USD, EUR, l’Euro, Yen giapponese JPY e GBP per il peso messicano. Una coppia di valute può essere formata con qualsiasi coppia di valute, per esempio USDEUR o USDMXN. Le prime tre lettere rappresentano la valuta di base. USDJPY = 107 indica che ci vogliono 107 ¥ per comprare un dollaro. Cioè, il prezzo della prima valuta in termini di secondo.

Tasso di cambio

BCO2113

Il tasso di cambio tra due valute specifica il prezzo di uno in termini di un’altra. Per esempio, se il tasso di cambio del peso nei confronti del dollaro è 11, significa che diamo 11 pesos per un dollaro. Un tasso di cambio di 120 yen per dollaro, per indicare che un dollaro ottenuto 120 yen.Il prezzo è il tasso di cambio ha un ruolo importante in termini di risorse di guida. Mentre ci sono un sacco di coppie di valute per costruire i tassi di cambio, quasi sempre pubblica la lista delle valute rispetto al dollaro statunitense. A livello di investimenti, un certo numero di valute oltre al dollaro, che sono spesso utilizzati come riferimento, tra i quali è possibile trovare l’euro e lo yen.

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia