s
Cerca:

Archivi del mese Julio, 2012

Berlino e Parigi sostengono l’attivismo della BCE per risolvere la crisi nell’area dell’euro

Sembra un gioco macabro. Un giorno, l’annuncio del penultimo sacrificio-snip di 65.000 milioni di euro più il salvataggio europeo di 100.000 milioni di non impedire il premio per il rischio battere tutti i record e la Spagna ad un intervento sembra probabile totale di una depressione durata, anni sangue, sudore e lacrime, un lungo inverno di malcontento. Il giorno dopo, con appena un cenno della Banca centrale europea (BCE) ha approvato dai messaggi dei due più grandi in Europa, Germania e Francia, delle dissolvenze paura, sale alle stelle magazzino, i mercati del debito non sono più un rullo compressore e sono limitati ad afferrare saldamente il collo della Spagna, ma non una fine di soffocare la minima possibilità di uscire da questo. Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese François Hollande, ha detto il Venerdì per l’ennesima volta in questa crisi che farà “tutto il necessario” per proteggere la zona euro, ma soprattutto vestito le parole del presidente della BCE, Mario Draghi, il giorno precedente ha causato uno sconvolgimento dei mercati farà sì che tutto il necessario per sostenere l’euro sta causando confusione postilla: “Credetemi, sarà sufficiente”. Ciò che viene salvato nella Draghi cappello? Draghi, Merkel, Wolfgang Schäuble e fino Hollande: ministro delle finanze tedesco il Venerdì vistati esplicitamente annuncia Draghi. Naturalmente, ha chiarito che “la precondizione è che i politici [un chiaro riferimento a Spagna e Italia] adottare misure per affrontare la crisi finanziaria di fiducia.” Messaggio di Schäuble, il più pro-europei membri del governo tedesco, arriva poco dopo la banca centrale tedesca ha ricordato che il programma di acquisto di obbligazioni da parte della BCE – una delle opzioni prese in considerazione , anche se il Eurobanco ha solo accennato a tale possibilità non è il modo migliore per affrontare la crisi del debito. L’offensiva diplomatica per convincere la Bundesbank ha iniziato: la prova che qualcosa sta accadendo è che la BCE vuole mettere a tacere che fiancheggiano tradizionalmente contrario a misure eccezionali, lontani dall’ortodossia. Draghi si incontrerà nei prossimi giorni con il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, a superare la loro riluttanza, secondo fonti ufficiali citate da Bloomberg.

Dopo aver vinto l’appoggio di Berlino e Parigi, Draghi è più difficile da conquistare l’ala della BCE, con l’obiettivo di lanciare una nuova serie di misure eccezionali, che comprendono gli acquisti di obbligazioni (come ha fatto nel 2010 e 2011 Eurobanco ), ma anche un rilassamento delle garanzie che Draghi impone alle banche di ottenere liquidità, o gli appalti programmi di altre attività, come obbligazioni societarie o di obbligazioni ipotecarie. Proposta di Draghi è inclusa in una più ampia risposta, la BCE vuole che il fondo di salvataggio europeo per acquistare obbligazioni sul mercato primario (cioè emissioni del Tesoro in spagnolo e italiano), in grado di sostenere Eurobanco con acquisti di obbligazioni il mercato di seconda mano. L’obiettivo finale è quello di garantire la trasmissione della politica monetaria, che pur avendo tassi prossimi allo 0% ha poca trazione a causa della mancanza di fiducia, la recessione in arrivo e il fatto che l’Europa è bloccato in una trappola della liquidità. Con il banchiere centrale diventa la figura chiave della soluzione a questa crisi, le dichiarazioni lenitive che la batteria è stata notevole nei mercati. Il mercato azionario spagnolo è salito il Venerdì 4% circa e ha recuperato quasi il 10% in soli due giorni. Gli effetti benefici discorso di Draghi ha continuato Venerdì, per un secondo giorno. Il premio di rischio spagnolo, che aveva posto la Spagna in una posizione insostenibile, cadde: ed è a 535 punti base, quando appena due giorni fa era di circa 650. Il rendimento del titolo a 10 anni è sceso al 6,7%. Merkel parole e Hollande sono stati ascoltati anche in Italia, che del Tesoro gestito il Venerdì di mettere le lettere a ritmi inferiori rispetto all’asta precedente, in cui le tensioni equivalenti e di mercato del debito sono diventati anche meno pressante. Questa buona notizia per lo stock è stato contagiato. L’Ibex di Madrid riprende il marchio di 6.600 punti.

 

La Linea di credito precauzionale condizionata

 

L’accesso è limitato agli Stati membri della situazione dell’area dell’euro economica e finanziaria che è fondamentalmente sana, che sono totalmente conformi alla normativa UE raccomandazioni sulle procedure per i disavanzi eccessivi e misure per correggere gli squilibri, con un debito pubblico sostenibile, un Storia di accesso ai mercati internazionali dei capitali a condizioni ragionevoli, una posizione sostenibile esterno e l’assenza di problemi di solvibilità delle banche che costituiscono una minaccia per la stabilità finanziaria nell’area dell’euro. Questi ultimi due punti possono impedire l’accesso in Spagna questa formula, anche se i leader europei comprometiron essere flessibili. Linea di credito con una maggiore compliance (Eccl). L’accesso è aperto a tutti gli Stati membri della zona euro i cui situazione economica e finanziaria rimane solida, ma non soddisfano nessuno dei requisiti di cui sopra (PCCL). Pertanto, il paese b eneficiario, previa consultazione con la Commissione europea e la BCE, le misure di riparazione per porre rimedio alle carenze. Linea di credito con una maggiore compliance e la protezione parziale del rischio sovrano (Eccl +). A l ine di credito con una maggiore compliance può essere fornito sotto forma di parziale protezione in materia di rischi sovrani sul mercato primario. certificato protettivo parziale (PPC) conferisce al possessore una quantità fissa di crediti pari ad una percentuale di protezione valore nominale del debito sovrano emesso. Ad esempio, il certificato potrebbe riguardare contro uno sconto del 20% o 30%. Il buono e il certificato vengono rilasciati insieme, ma poi possono essere negoziati separatamente nei mercati.

Tuttavia, per rivendicare la protezione, l’investitore con un certificato deve dimostrare che ha il bonus. La protezione parziale è principalmente destinato ad essere utilizzato all’interno di un programma precauzionale, ma può anche essere considerato in sé una forma di salvataggio. Quale sarebbe la dimensione e la durata delle linee di credito precauzionali? La dimensione prevista tipica di un fondo di salvataggio linea di credito sarebbe del 2% al 10% del PIL (da 20.000 a 100.000 milioni, circa, nel caso spagnolo). La sua vita sarebbe stata un anno, rinnovabile per 6 mesi in due occasioni. Che monitoraggio comporta l’applicazione di una linea di credito? I paesi che chiedere tale rimborso parziale attraverso una linea di credito in quel periodo saranno oggetto di particolare sorveglianza della Commissione europea. Su richiesta della Commissione, un paese deve comunicare tutte le informazioni necessarie per monitorare le spese e le entrate, una revisione dei conti pubblici per coprire le fonti di reddito e le spese, ad effettuare una verifica della qualità delle statistiche sulla conti pubblici sotto il controllo di Eurostat, informa la Commissione e la BCE informazioni settimanali sul sistema finanziario, eseguire, sotto la supervisione del Parlamento europeo e test di resistenza Autorità bancaria, e fornire il fondo di salvataggio delle banche tutte le informazioni necessario.

 
 
 

 

 

 

 

Bruxelles ha sottolineato il “chiaro legame” tra il prestito e le riforme richieste

 

La Spagna si sono già assicurati i fondi per salvare le sue banche. Invece, trascinare un disegno di legge fino a EUR 100.000 milioni per oltre un decennio. -I ministri delle finanze dell’Eurogruppo della zona euro hanno ormai cancellato il programma di assistenza al settore finanziario spagnolo all’unanimità invariato rispetto a quello che ha deciso lo scorso 9 luglio . Giovedì dopo essere state ratificate dal Parlamento tedesco e oggi dalla finlandese , il prestito dal fondo di salvataggio europeo (EFSF), in Spagna ha passato il processo di penultima. Solo necessario che l’impresa governo spagnolo il Martedì l’accordo è stato annunciato oggi dal vice presidente, Soraya Saenz de Santamaria. Ancora, il premio per il rischio ha superato 600 punti a mezzogiorno, guidata dal richiesta di riscatto allo Stato di Valencia . L’effetto pratico immediato di tale accordo è che la Spagna avrà nei prossimi dieci giorni della prima tranche di aiuti, 30.000 milioni di euro

“L’obiettivo del programma è chiaro: fornire Spagna con alcune banche sane, di fatto regolamentato e controllato rigorosamente, in grado di guidare una crescita economica sostenibile”, ha detto in una dichiarazione sul vicepresidente della Commissione europea, Olli Rehn, al termine della conference call, iniziata a mezzogiorno e si è conclusa verso le due del pomeriggio. Rehn utilizza anche la dichiarazione per sottolineare qualcosa che il governo spagnolo ha cercato di negare: che il piano di salvataggio bancario è inevitabilmente legata a difficili condizioni macroeconomiche per ridurre il deficit e l’attuazione di riforme strutturali. “Il legame esplicito tra questi obblighi e il programma di settore è deliberata e appropriata”, il Commissario degli Affari economici e monetari, in quello che sembra un monito per l’Esecutivo, Mariano Rajoy. “Solo attraverso azioni specifiche in questi settori Spagna può creare stabilità finanziaria e di un’economia competitiva e dinamica che porterà un calo costante della disoccupazione e ha continuato,” ha aggiunto il Rehn Finn. L’effetto più immediato pratico di questa disposizione è che la Spagna avrà nei prossimi dieci giorni della prima tranche di aiuti, 30.000 milioni di euro. Questo denaro andrà alla ricapitalizzazione più urgente per il settore finanziario spagnolo, come è il caso di nazionalizzazione Bankia , Novagalicia Bank e CatalunyaCaixa . Giorno disastroso per i mercati e la fiducia nella ripresa della situazione economica della Spagna.

Il premio di rischio sul debito spagnolo (la differenza tra legame spagnolo e tedesco a 10 anni nel mercato secondario) ha chiuso a 610 punti base (6,10 punti percentuali) dopo aver raggiunto un massimo giornaliero di 612 punti base . L’Ibex 35 cade di 5,82%, un calo che non si vedeva dal 14 maggio 2010, quando dopo l’annuncio salvataggio prima greci e misure di regolazione del governo Zapatero , il titolo ha perso il 6 64%. La Spagna è finanziato a 10 anni con gli interessi al 7,269%, vicino al massimo 18 giugno dell’anno scorso quando arrivò a 7,284%. I cinque anni di legame chiuso con una quota del 6,876% dopo aver raggiunto un livello record di 6,903% di interessi durante il giorno. La crisi del debito è accentuata in Spagna, nonostante i tagli approvati dal governo di Mariano Rajoy ( convalidato ieri dal Congresso) e l’ accordo definitivo all’interno dell’Eurogruppo sul piano di salvataggio bancario.

 

Aumento dell’IVA: il governo spagnolo spera di raccogliere altri 22.100 milioni entro il 2014

In secondo luogo, è l’ imposta sulle società che più aumento delle entrate con le misure approvate Venerdì. Il Governo ha approvato un anticipo di insediamenti, ha messo limiti all’uso dei crediti di imposta di dedurre le perdite di aziende che fatturati più di 20 milioni, ha generalizzato la limitazione della deduzione di spese e ha stabilito un nuovo prelievo 10% per certo reddito estero. Tutto sommato, spera di raccogliere ulteriori 2,585 milioni di quest’anno, e 2.450 milioni nel 2012 sia nel 2013. In totale, 7.490 milioni di euro. Tesoro dispone anche di grandi speranze per l’ abolizione della detrazione per l’alloggiamento e l’aumento delle imposte sul lavoro autonomo, dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, che passa dal 15% al 21%. Anche se in teoria, un aumento di ritenzione deve essere ignorato al momento della dichiarazione, il fatto è che, in pratica, il Tesoro dovrebbe comportare maggiori entrate. In effetti, le misure adottate figura Venerdì dal Consiglio dei ministri sulle entrate personali imposte sul reddito sono passate da 150 milioni di anni, da 1.930 milioni di euro per il prossimo e per il prossimo 2.040 milioni, per un totale di circa 4.110 milioni di euro. Con previsioni di tabacco da fiuto accise e ambientali sono più modesti. In effetti, prevede un calo delle entrate di 55 milioni di quest’anno e un incremento di 390 milioni in ciascuno dei prossimi due anni. In totale, 725 miliardi fino al 2014. Tra gli articoli approvati il Venerdì, il solo mezzo reddito più basso si riferisce a contributi previdenziali . Anche se quest’anno non prevedeva variazioni di rilievo, la riduzione sarà 1.150 milioni nel 2013 e 3.890 milioni nel 2014, secondo i conti della Giunta. Con quei 5.000 milioni di reddito più bassa, l’aumento delle tasse al netto, quindi, genererà circa 29.000 milioni di euro in tre anni, se le previsioni del governo.

Tagli alla disoccupazione, i funzionari e la dipendenza

Sul versante della spesa, la coltura principale è la sezione lavoro, che comprende i risparmi di sussidi di disoccupazione inferiori ai nuovi disoccupati dal settimo mese di raccolta e di altre misure come l’abolizione dei bonus. Il governo prevede di risparmiare 1.900 milioni di quest’anno, 5.810 milioni nel 2013 e 6.050 milioni nel 2014. Per quanto riguarda i dipendenti pubblici e dei servizi pubblici, i tagli sono concentrati in questo anno, che viene soppressa Natale pagare un extra (per recuperare sotto forma di previdenza a partire dal 2015). Inoltre, eliminato la maggior parte dei giorni di riposo e di adottare altre misure per ridurre la mobilità del pubblico impiego e ottenere maggiori risparmi. Account gestito dal governo che salverà 5.430 milioni nel resto dell’anno, 1.920 milioni nel 2012 e 1.870 milioni nel 2014. In totale, quindi, tagliare la spesa è 9.220 milioni di euro. Unità soffrono anche di drastici tagli del Governo provvisorio figura 3.020 milioni (160 quest’anno, 1.390 nel 2012 e 1.470 nel 2014). Tra le altre misure, è ridotto del 15% vantaggio per i caregivers familiari e prolungare il periodo di riconoscere il beneficio.

 

 

 

La banca reagisce alle azioni della BCE e prende mezzo miliardo di euro dalle sue casse

Le banche della zona euro depositati il Mercoledì presso la Banca centrale europea (BCE) per un totale di 324.931 milioni di euro, un importo 59,8% inferiore a quello del 483.500 milioni di giorni prima e la più bassa dal primo bar aperto liquidità dicembre. Questi tagli senza precedenti ha avuto luogo dopo l’entrata in vigore della decisione della BCE di smettere di premiare il denaro risparmiato dalle banche europee nel CA e che è stato annunciato lo scorso Giovedì. Dopo che la prima asta di liquidità, la BCE ha iniettato 489,190.75 milioni, depositi di imprese europee nella banca della BCE segnato massima costante. La tendenza è proseguita anche dopo la seconda ed ultima di queste operazioni a tre anni, il 29 febbraio, in cui iniettato ulteriore altre 529 531 000. Dopo il bar aperto, la somma depositata da parte delle banche dell’area dell’euro in seno alla BCE effettuato il 5 marzo un massimo di 827.534 milioni di euro e successivamente mantenuta a livelli non lontano di questo record. Le istituzioni politiche hanno lasciato nelle casse della banca centrale la liquidità in eccesso è stato motivato da incertezza finanziaria prevalente in Europa, che ha aumentato la diffidenza delle banche a concedere prestiti a vicenda.

Giovedì scorso, il Consiglio direttivo della BCE ha deciso di ridurre di un quarto di tasso di interesse offerto dal punto di depositi presso la banca, lasciando il denaro parcheggiato ricompensa giornaliera da parte delle banche nella zona euro nelle sue casse. La destinazione di avere questa enorme quantità di denaro è diffuso, anche se alla luce di come si è evoluto il debito dei paesi ritenuti sicuri, che è entrato anche nel tedesco, francese, inglese o finlandese, sembra che parte del fondi che ha raccolto. Inoltre, come è accaduto negli ultimi mesi e ieri ha riconosciuto la stessa BCE , i depositi al di fuori dell’area, che non corrispondono allo scopo per il quale Draghi ha detto che la misura. Si prevede che la rimozione del anime pagare il mercato del credito e quindi, aiutare la ripresa economica. D’altra parte, i dati del soggetto guidato da Mario Draghi mostrano che le banche dell’area dell’euro il Mercoledì ha ritirato 722 milioni di euro attraverso il finestrino di sicurezza della BCE, che tassa questi prestiti il loro interesse al 1,5% . La Banca centrale europea (BCE) ha riconosciuto che gli investitori stranieri stanno ritirando i loro capitali dai paesi della zona euro, come la Spagna, hanno ridotto la redditività del proprio debito sovrano a partire dallo scoppio della crisi. Ciò discende dal ultimo rapporto sull’uso dell’euro, la Banca Centrale ha pubblicato oggi e che esamina i cambiamenti nell’uso dell’euro al di fuori della zona euro nel 2011. In particolare, la BCE sottolinea il calo della domanda di azioni e titoli di debito a lungo termine e le bollette. Secondo continua, vi è stata una delocalizzazione della domanda estera per il debito sovrano di paesi con alte prestazioni periferiche debito verso altri stati con basse rese, il centro d’Europa.

 

Proprietari di piccole imprese perderanno le loro case raccomandati dal settore bancario (3°parte)

 

 

Questo dovrebbe essere coerente con l’attività, il business plan e la crescita della società. Dalla rinegoziazione del debito PIMEC è considerato un problema molto serio e che le aziende facendo bene e un buon business plan sono caduti nella trappola di fornire garanzie personali per tutte le altre entità stanno andando a chiedere su. Ci sono risorse alternative come Enisa, ente pubblico dello Stato fa prestiti: fornisce la stessa quantità di erogare l’azienda. L’Istituto Catalano delle Finanze fornisce prestiti per il partner a contribuire come aumento di capitale. La garanzia del governo fa ottenere un ulteriore prestito da banche private. Una piccola pausa quando tutte le porte sembrano aver chiuso per le PMI. Nel caso di Jose Miguel Garcia Garcia, Cordoba, ai suoi debiti e la crisi è stata aggravata dalla delinquenza. Per Antoni Cañete, portavoce della piattaforma multisettoriale contro la delinquenza “uno in tre aziende che hanno chiuso lo hanno fatto direttamente o indirettamente, per eventuali ritardi.” 99,8% delle imprese spagnole sono le PMI rappresentano il 70% del PIL e il 75% dell’occupazione, ma sono a sandwich tra la mancanza di finanziamenti, debiti e insolvenze Amministrazione e grandi aziende. Essi hanno consigliato oltre 5.000 aziende dal 2008 e molti degli imprenditori si sono gravati di fornire garanzie personali come la vostra casa per salvare la sua azienda. “Le aziende si stanno seriamente danneggiare le relazioni con il banco”, spiega. Su un lato del tavolo, un datore di lavoro non può essere in grado di aumentare il business plan o vendere. Lui non mente quando gli viene chiesto di benedire la sua casa e la nave-prezzo e retasadas numerata un milione di euro, in crescita di un credito a 15 anni.

Quando era in grado di continuare a pagare una tassa che era di circa 2.000 euro al mese la casa è stata pagata oltre un quarto del valore della nave e ha avuto valutazioni non retribuiti per meno di 30.000 euro. La casella di corse sia i beni senza alternative. Ed è recuperato. Nel secondo caso e la stessa posizione, il costruttore è venuto promotore reinvestire tutto il capitale generato in un quarto di secolo ed è cresciuto a 200 dipendenti e tutti gli attuali sui pagamenti. Fine lavoro di morti e senzatetto. Il notaio José Ignacio Navas Olóriz ha spiegato che il nostro Codice di Commercio del XIX secolo, di proprietà di legame dell’occupante di comprendere il trade-commerce in generale come attività economica, e quelle acquisite, in attività mercantile. Ma è anche soggetta a questa responsabilità di proprietà del coniuge a condizione che nessun mercante marito o la moglie di prendere l’economia con le loro conoscenze e senza la loro opposizione esplicita. “Il marito o la moglie può esprimere opposizione esplicita davanti a un notaio. E ‘essenziale che la separazione dei beni concordato e rafforzare l’opposizione per l’esercizio di attività economica (che potrebbe essere un promotore, per esempio),” dice. Il costo di entrambe le Scritture circa 100 euro. E permette di salvaguardare la tenuta di famiglia. Navas Olóriz stima che in Spagna ci dovrebbero essere solo due o tre dozzine di persone hanno prestato attenzione a quella legge e fatto l’opposizione sopra espresso.

 

 

 

 

Proprietari di piccole imprese perderanno le loro case raccomandati dal settore bancario (2°parte)

Lui non mente quando gli viene chiesto di benedire la sua casa e la nave-prezzo e retasadas numerata un milione di euro, in crescita di un credito a 15 anni. Quando era in grado di continuare a pagare una tassa che era di circa 2.000 euro al mese la casa è stata pagata oltre un quarto del valore della nave e ha avuto valutazioni non retribuiti per meno di 30.000 euro. La casella di corse sia i beni senza alternative. Ed è recuperato. Nel secondo caso e la stessa posizione, il costruttore è venuto promotore reinvestire tutto il capitale generato in un quarto di secolo ed è cresciuto a 200 dipendenti e tutti gli attuali sui pagamenti. Ha iniziato il 2008 con tutte le promozioni finiti, ma la casella non ha rinnovato una politica di 600.000 euro e che era il bastone che ha rotto l’asse della ruota. La società ha rimosso e la vostra casa di famiglia e le persone vengono sequestrati. “La risposta deve essere no”, ha detto Fran de la Torre, quando le macchine dei dipendenti della banca l’imprenditore che viene a prendere in prestito denaro e si rifiuta di offrire la vostra casa come garanzia. Si tratta di un commento comune. “Se le vostre scommesse azienda non si vuole scommettere noi …”, dice e sa di cosa parla. Dirige il dipartimento di consulenza strategica e di corporate finance, composto da 60 esperti e aziende specializzate nel settore bancario e di gestione finanziaria-of PIMEC, i datori di lavoro catalani di piccole e medie imprese.

Essi hanno consigliato oltre 5.000 aziende dal 2008 e molti degli imprenditori si sono gravati di fornire garanzie personali come la vostra casa per salvare la sua azienda. “Le aziende si stanno seriamente danneggiare le relazioni con il banco”, spiega. Su un lato del tavolo, un datore di lavoro non può essere in grado di aumentare il business plan o vendere. Oh sì, ma manca di sufficiente formazione e la consulenza finanziaria è stato lasciato da parte dell’istituzione stessa. “Hai studiato il mio business plan? Dovrebbe essere la questione prima che il rifiuto del finanziamento. Banking è un fornitore e come tale si deve trattare, negoziare e insistere”, consiglia De la Torre. Il problema è che l’altro lato della tavola qualcosa accade anche. “Le aziende con un fatturato inferiore a sei milioni sono serviti dal servizio di banca commerciale non è a conoscenza di specifici prodotti finanziari per le imprese e spesso non hanno i criteri per valutare la redditività di un’impresa.” Secondo De la Torre, la prima cosa da fare è capire i prodotti finanziari studiati per l’azienda. “La linea di sconto che ha assunto il finanziamento più inutile e costosa. E se il turnover è elevato, l’azienda deve avere un CFO”, conclude. Forse non accadrà in modo che termina uno degli imprenditori intervistati: un’entità particolare del parere su un prodotto finanziario e poi gli fa segno che non ha avvertito. Il prestito è per l’azienda e garantisce di dare loro business, è qualcosa che insistono gli esperti consultati. La strada è l’estensione del capitale sociale.

 

 

Proprietari di piccole imprese perderanno le loro case raccomandati dal settore bancario

 

Tra i 280 sfratti paralizzati dalla Piattaforma per i mutui interessati dalla non mancano le piccole imprese a cui l’istituzione finanziaria, quando vanno a cercare fondi per continuare le loro attività, assicurarsi che ha imposto propria sede. “Le attività commerciali devono essere chiaramente separate dal personale. Tale legame è sia un’anomalia,” il notaio José Ignacio Navas Olóriz. Questo è il caso di José Miguel Garcia Gallardo, uno dei 10 subappaltatori su uno sciopero della fame bloccata nel palazzo che hanno contribuito a costruire, ma non sono stati pagati. E ‘nel Parco Scientifico e Tecnologico di Cordoba chiamato Rabanales 21. Gallardo ha perso la casa e ora potrebbe perdere sua figlia. “Quando si chiede negoziare linee di sconti o note o la casa o non stiamo ottenendo nulla”, spiega. Ha lavorato per la joint venture formata da Jicar e Gea 21, Rabanales 21. E gli azionisti di questo parco tecnologico sono il Consiglio di Andalusia, Cordoba University, City Hall, il County Council, Sud e Caja Caja Sol. I valori predefiniti silenziosi e accettato e rimuovere “per paura che non ci danno più lavoro,” ma ora non ho niente da perdere, mentre il risparmio di potere li travolge abitazioni. In alcuni casi, la stessa agenzia che li coglie per non pagare la rata del mutuo casa è che, indirettamente, non lavoro retribuito.

“Se il datore di lavoro è un individuo risponde con tutti i suoi averi. E che crea una società per azioni (SA) o di una società a responsabilità limitata (SL) per limitare la responsabilità al capitale, non si rende conto che questo non aiuta molto. Perché? Per l’antica usanza ed irregolare spagnolo di costituzione con il capitale minimo richiesto dalla legge, darsi da fare e dimenticare gli aumenti di capitale, che sono ciò che rende una società in solvente e fornire liquidità “, dice Navas Olóriz . Sottolinea che vi sono molti SL con un capitale di 3.006 euro, fatturato di più di due milioni l’anno, quindi è sempre necessario ricorrere a prestiti o linee di credito. “One Day in una banca preoccupato per la solvibilità del cliente, si suggerisce che sarebbe meglio per consolidare tutti i debiti, consolidamento debiti e prestiti e li trasformano in uno, di dover pagare una tassa unica e un’unica data Il suggerimento sembra ragionevole, ma porta una diabolica:. la garanzia è l’ipoteca sulla casa di famiglia “, ha detto il notaio. “Quando le cose iniziano ad andare male, società di capitali per azioni non hanno riserve, nessun credito, non possono permettersi di pagare il mutuo e pagamenti di prestito in quel momento, il datore di lavoro ricorda un colloquio con l’amichevole direttore di filiale della banca. L’ipoteca viene eseguito, la proprietà viene assegnato alla banca per il 60% del suo valore, e il datore di lavoro deve ancora la differenza. E ‘il vostro business e rovina personale, “dice Navas Olóriz. Ci sono molti esempi: in una città vicino a Madrid corrispondono due casi. Una piccola azienda con sei dipendenti che il 2006 è stato dato un prestito per comprare la nave sulla quale in affitto da anni.

 

 

 

L’Euribor crolla e un punteggio minimo dopo il taglio dei tassi della BCE

 

L’Euribor a 12 mesi, che è l’interesse al quale le banche prestano denaro per euro si è fortemente diminuita questo Venerdì nella sua quotazione giornaliera per segnare un nuovo minimo del 1,118%. Questo indicatore, che viene utilizzato per fissare il prezzo della stragrande maggioranza dei mutui in Spagna, dispone di cinque giorni consecutivi, i record con l’aspettativa che la Banca centrale europea dovrebbe tagliare il prezzo del denaro. Tuttavia, una volta confermato la snip dei tassi di 1% a 0,75% , che a sua volta equivale a un livello mai visto dal momento che la responsabilità della Banca centrale, il declino ha preso velocità. In realtà non è mai, negli ultimi tre anni e mezzo Euribor era caduto così tanto in un solo giorno come gli 84 punti che cadevano il Venerdì. Accanto al taglio dei tassi a 12 mesi, l’interesse al quale le banche si prestano il denaro della zona euro è sceso insieme a tutte le scadenze, che vanno da una settimana a 11 mesi. Tuttavia, dovremmo aspettarci di avanzare il mese di luglio a calcolare l’impatto che sarà il calo delle tasse ipotecarie.

 

L’indicatore utilizzato per questo è la media mensile del tasso Euribor, che entro l’attuale tendenza nei prossimi giorni, sarà anche fissare limiti minimi. Inoltre, non è l’abbassamento eventuale raggiungere tutte le famiglie. Primo, perché avvantaggia solo mutui contratti e tasso variabile indicizzato all’Euribor e (in ogni caso conto l’80% del totale) e non hanno fornito alcuna clausola di terra. Ma nella nuova ipoteca, non solo c’è grande difficoltà conseguire (a meno che il pavimento venditore è la banca stessa), ma anche i differenziali che vengono richiesti sono molto più elevati rispetto a prima. In questo senso, il calo della minima Euribor ha coinciso con la definizione da parte della Banca di Spagna di un nuovo tipo di riferimento per impostare il tasso di interesse al quale gli enti aggiudicatori possono fare riferimento le loro rivendicazioni, della Interest Rate Swap (IRS), una entro cinque anni. Questa fase completa il processo per le istituzioni di scegliere due nuovi punti di riferimento per la concessione di mutui. L’altro è il tasso medio dei mutui ipotecari dalle banche europee. Secondo fonti della Mortgage Associazione Spagnola (AHE), utilizzando l’IRS evita le oscillazioni del tasso Euribor, anche se comprende un premio più elevato per le entità per coprire i rischi. L’Euribor è conclusa giugno a 1,219%, il secondo più basso in quanto la media mensile bassa record precedente (1,215% su marzo 2010). Così, un mutuo medio di € 150.000 (contratto da un anno) e con un periodo di rimborso di 25 anni per una revisione nel giugno costerà meno circa 66 788 € al mese all’anno. Tuttavia, nuovi mutui e quelle i cui termini sono in fase di rinegoziazione con le banche diventa più caro nel passato. Prima della crisi, l’Euribor era al di sopra del 5% e tassi di interesse al 4,25%. Da allora è iniziato un sentiero di discesa, con punte nuove nel momento in cui l’economia sembrava di recuperare e la BCE ha voluto riannodare i rischi inflazionistici a breve, ma ricaduta nella recessione del 2009 e la minaccia di più peggioramento in questo 2012 sono tornati a lasciare i tassi di interesse ai minimi. L’otto mesi Euribor in calo. Inoltre, Venerdì è stato anche il primo giorno in cui le banche hanno visto i loro depositi presso la BCE non sono più pagati. Tuttavia, questa riduzione dei salari, che fino a ieri era 0,25%, non è stata particolarmente sentita in the money parcheggiata tutti i giorni dalle banche nelle casse delle banche centrali. Secondo le statistiche della BCE, solo 326 milioni sono in diminuzione rispetto a Giovedi, a 790.656.

 

Monti ha minacciato di dimettersi per forzare Merkel (2°parte)

 

 

La buona notizia è che il premio per il rischio (il migliore termometro sul nervosismo del mercato con la Spagna) è sceso ieri a 70 punti una sola volta, ai livelli di settimana scorsa. La cattiva notizia è esattamente questo: sono gli stessi livelli della settimana scorsa, e ancora insostenibile. Dopo tutto, l’accordo si basa sul compromesso al solito è afflitto europee e condizioni di diffusa , che in molti casi solo essere specificati in seguito. Non è la prima volta che un accordo è stato inizialmente salutato con gioia e scetticismo crescente col passare dei giorni e dei mercati trovare i loro punti deboli. “Non ci può essere minimizzata dal fatto che l’Europa ha compiuto passi importanti sia nel breve e lungo termine. C’era una mercati di prova chiave. Ma la tensione non è scomparsa: la riunione della BCE la prossima settimana e le condizioni di aiuto finanziario alla Spagna il 9 luglio, saranno anche le finali “, ha detto fonti comunitarie. La buona notizia è che il premio per il rischio è sceso 70 punti, la cattiva notizia è che questo è allo stesso livello di una settimana fa. A prescindere dai numeri del summit, ieri ha visto molto stanco Mariano Rajoy ha detto ai giornalisti, saggio evitare di trionfalismo, ma in grado di dare un messaggio entusiasmante . Per uno Merkel arroccato assicurare che nulla è cambiato e respinge l’idea che la Germania è isolato e ha perso a Bruxelles. Ma forse era Hollande che meglio riassume lo spirito della citazione quando gli viene chiesto vincitori e vinti.

“Lost in Germania? Abbiamo raggiunto un compromesso e una nuova dinamica. Signora Merkel ha partecipato alla ricerca e la volontà di andare avanti. Ora Merkel può andare al loro Parlamento e dire: ‘non ho toccato i testi, io non sono andati lontano oltre il mio mandato, ci siamo impegnati a mobilitare gli strumenti che abbiamo per garantire la stabilità. ‘E posso dire di aver onorato il mio impegno. ” Questa è l’Europa: tutti è dato dal vincitore, ma non chiari off vinti, piccoli passi, calcia spesso in avanti, si spera che questa volta qualcosa di più per la crisi sta cominciando a girare l’angolo. Rajoy, Hollande Merkel e tornò a casa con i messaggi tradizionali destinati al consumo interno. Monti è un altro discorso. Senza essere politico, negli ultimi tempi ha dimostrato di essere il più intelligente di tutti. A metà settimana il vertice utilizzato per chiedere ai partiti politici che hanno approvato la controversa riforma del lavoro. Ciò avverrebbe, come diceva lui, la sua approvazione a Bruxelles, la sua dimostrazione che l’Italia era tra i “virtuosi”. E ora, l’accordo in linea con le loro aspirazioni, minacciando appunto una crisi politica a Roma, consente di tornare in Italia, investito di un’autorità aggiunto . La cosa divertente è anche che sia a Roma e Bruxelles, Mario Monti – il modo elegante e sobrio il professor Monti – è tornato ad usare un’arma che aveva insegnato nelle prime fasi di governo tecnico: il bluff della dimissioni.

 

 

 

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti: