s
Cerca:

Analisi tecnica sterlina dollaro. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Analisi tecnica sterlina dollaro’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Analisi tecnica sterlina dollaro. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Cambio dollaro euro

Cambio dollaro euro:  Anche se i paesi del G-20 hanno confermato la loro intenzione di evitare una svalutazione delle monete, l’ansia resta alta tra letture miste in attesa di dati economici degli Stati Uniti di questa settimana. I rischi del cross EUR-USD rimangono tra il livello di 1,38 e 1,4.Cambio dollaro yen: Il risultato del G-20 stabilisce  un consolidamento del dollaro, il cross USD-JPY dovrebbe girare a 81-82, mentre EUR-JPY ancora in gran parte seguire il cross EUR-USD. Il franco svizzero: Con la speranza che la “guerra monetaria” non peggiorera piu di questo permette un recupero di CHF. Ma i cross USD-CHF e EUR-CHF continuerà abbastanza piatto, con fattori esterni. Il cabe si aspetta una svalutazione del dollaro in più rispetto al sostegno dei loro dati nazionali per evitare di ri-testare il livello di 1,55 nel breve termine.

DollarEuroPoundMouse_XS[1]

Cambio dollaro sterlina

Il Cambio Sterlina Dollaro sta mostrando segni di forza dopo il completamento del trend correttivo che ha fatto a seguito di una brusca frenata alle porte di 1,6. Il cable (Cambio Sterlina Dollaro) sembra essere affine alla tendenza al rialzo del suo cross gemello il Cambio Euro-Dollaro. Questo nonostante la dichiarazione della Fed di ieri che ha chiuso la porta alle misure quantitative in un periodo di breve termine. La chiave per il mercato è la frase nella quale la FED assicura che “non scarterà la possibilità di intervenire se fosse necessario. Inoltre e proprio nel breve termine, il cross arriva davanti alla resistenza di 1,5716 e 1,5729 un limite che, se venisse superato, potrebbe portarlo di nuovo in zona 1,6 .

Dollaro, Sterlina, Euro.

Dollaro, Sterlina, Euro.

Cambio Sterlina dollaro

Il cambio Sterlina Dollaro rimane immerso nella traccia correttiva risultante da una reazione di ricaduta necessaria dopo l’enorme aumento negli ultimi mesi. Una volta che il cross aveva raggiunto area 1,60 si è capovolto con la stessa violenza con cui si era lanciato in alto nella grafica. La ripresa dell’ avversione al rischio e la paura di una ricaduta in recessione o ‘doppio bacino’ nel Regno Unito sono stati i ‘piloti’ di quest’ultimo passaggio della sterlina contro il dollaro americano. Nel breve termine, riteniamo che il cross dovrà rallentare a 1,5325, dove trovia l’equilibrio tra lo slancio verso l’alto che lo ha portato dai minimi annuali nel maggio 1,4232 alla vetta recente ad agosto a 1,5999. Il cable ha un chiaro segnale ribassista dopo la rottura del trend rompendo la media ultimi 200 sessioni e modificato l’orientamento verso l’alto.

cable

Euro Sterlina

L’EuroSterlina ha rotto con forza il supporto delle 0,83 sterline e ha tenuto –durante tutta la sessione- con il fiato sospeso fino ad area 0,8255. Possiamo ruotare la figura triangolare di continuità nella tendenza di medio termine e rimarrebbe ribassista. Con tassi di crescita a due velocità molto differenti tra il Regno Unito e la zona euro  esiste già la scommessa di vedere il cross a 0,8 sterline nei prossimi mesi. Signori fate gioco. Il Dollaro sterlina è salito a 1,5907 nella sessione odierna. Continua la sua scalata impressionante verso l’alto dopo aver superato il livello psicologico di 1,5500. L’attraversamento deve essere corretto in tempi brevi quando vicino a 1,60, è il momento di aprire posizioni corte. La verticalità dei recenti aumenti di prezzo, va eliminata.

pound

Sterlina Dollaro

Il cross Sterlina Dollaro ha rimbalzato sulla media a 100 sedute, che ha funzionato da supporto ed è ora di fronte di controllo di un area situata a 1,5265, che coincide con il massimo del 4 maggio. Al momento la sta superando ma abbiamo bisogno di fare sul prezzo di chiusura e con un filtro sufficiente per ritenere che la resistenza si è rotto definitivamente. In caso di superamento l’obiettivo immediato della traversata sarebbe la resistenza che definisce la parte superiore del canale di breve durata, che oggi va da 1,5321.

pound

Analisi Forex Luglio 2010

Analisi Forex luglio 2010: Le attività negli Stati Uniti riprenderanno oggi, ma visto il calendario è alla luce dei dati è improbabile che riescano a generare una sessione con un fatturato grande. I timori esistenti relativi alla crescita globale potrebbero superare i problemi dell’euro e dei fattori locali, che stanno causando preoccupazione, offrendo un sollievo temporaneo alle principali valute del mercato Forex e alla sua giunzione contro il dollaro.

Un dollaro per domarli, Un dollaro per trovarli, Un dollaro per ghermirli e nel buio incatenarli, Nella Terra del Forex, dove l'Ombra cupa scende."

Un dollaro per domarli, Un dollaro per trovarli, Un dollaro per ghermirli e nel buio incatenarli, Nella Terra del Forex, dove l'Ombra cupa scende."

Euro: gli analisti di UniCredit stimano che l’euro dovrebbe continuare a soffrire intorno a 1.25, che riflette il timore di una crescita più debole degli Stati Uniti e i problemi della Zona Euro. Essi dubitano che un aumento potrebbe superare il limite massimo mantenuto fino a marzo, 1,2675, chiaramente.

Franco svizzero: I commenti di Hildebrand, vicepresidente della Banca nazionale svizzera (BNS), che indica che la banca sta seguendo i movimenti del franco svizzero non ha influito sul mercato. Il franco-svizzero traversata Euro ha beneficiato del rialzo del dollaro-euro, ma ancora grandi opportunità di testare il 1.30.

Sterlina: La debolezza dei servizi AMP Regno Unito nel mese di giugno influenzato la Sterlina, ma gli esperti di UniCredit cavo comprare sui cali sotto 1,51 nello scenario attuale di un dollaro debole. L’Euro-Sterlina dovrebbe scendere verso 0,82, se l’euro-dollaro non riesce a mantenere i loro profitti.

Dollaro Australiano: Come previsto, la Banca centrale australiana (RBA) ha mantenuto il tasso di riferimento, ma è stato neutrale per quanto riguarda le altre misure politiche. L’incertezza del mercato non sta favorendo le valute di paesi produttori di materie prime, il dollaro australiano possa mantenere la sua volatilità attuale fino al 28 luglio, quando il CPI è una pubblicazione trimestrale in Australia.

Euro dollaro

L’Euro-dollaro sembra destinato a chiudere la sessione europea la più piccola della giornata. Pochi minuti fa ha toccato 1,2210. Pur citando riuscito a rimanere al di sopra del supporto importante e al di sopra della resistenza 1,2144 vediamo forti. Il banco di prova sarà quello di superare il sostegno a breve termine di 1,2168.

Euro Sterlina. Foto: i.telegraph.co.uk

Euro Sterlina. Foto: i.telegraph.co.uk

L’Euro-Yen ha rotto il primo supporto rilevante ed è stato rallentato dal tempo di una sessione a 109,89 basso. Vediamo side-bassista nella sessione successiva.

Il franco svizzero-non sembra tenere indietro dopo aver colpito un nuovo minimo ieri a 1,3586. Continua a piovere, ma sta mostrando segni di stanchezza bassista. Continuare a credere che dovrebbero rimbalzare, anche se l’avversione al rischio è un male per questo scenario.

Euro-Sterlina ha avuto una perdita importante incontro ha perso tutto il sostegno in questione l’ha presentata. Il livello più importante è stato superato nell’anno precedente almeno 0,8211. Per il momento è salito a 0,8202. La presentazione del bilancio britannico ieri, e minuti BoE di oggi stanno dando forza alle traversate della lira.

Il cable ha perforato le prime due resistenze e si è spinta a un alto intraday a 1,4943. Se l’avversione al rischio non si pronuncia, che consenta di attaccare il livello di 1,50 per la prossima sessione. Né corretto per respingere tale area di 1,4800.

Il dollaro-yen si muove nella fascia più bassa in cui è immerso dal Lunedi. Quindi attento al sostegno di 90,290.

Negli altri attraversa il G-10, oggi siamo in evidenza l’evoluzione congiunta delle due passaggi principali del ‘carry trade’ più vicini. Il neozelandese Kiwi avanti dopo alcuni dati positivi del conto corrente, mentre l’australiano Aussie croci ha posizioni rispetto al dollaro e allo yen.

Analisi tecnica Euro Dollaro

L’analisi tecnica euro dollaro elaborata dai nostri esperti ci lascia queste predizioni per la prossima settimana. Trovate nella tabella anche una possibile zona di resistenze e supporti per cross di rilievo come EuroYen e Euro Sterlina e Sterlina Dollaro.

global_currency

Euro – Dollaro
SUPPORTI RESISTENZE
S1 1,2242 R1 1,2416
S2 1,2168 R2 1,2453
S3 1,2154 R3 1,2519
Euro-Yen
S1 111,65 R1 112,81
S2 111,10 R2 113,32
S3 110,86 R3 114,16
Euro Sterlina
S1 0,8326 R1 0,8374
S2 0,8262 R2 0,8397
S3 0,8211 R3 0,8422
Sterlina-Dollaro
S1 1,4771 R1 1,4886
S2 1,4759 R2 1,4917
S3 1,4706 R3 1,5000

Analisi valute internazionali

Le valute internazionali sono entrate in una fase di stabilizzazione, che potrebbe spianare la strada per un periodo di trend laterale. È troppo presto per dire che il peggio è passato ma una batteria di dati macroeconomici potrebbe rilanciare i principali cross nel breve termine.

DollarEuroPoundMouse_XS[1]

Euro: Il fatto che l’euro-dollaro sia riuscito a rimanere vicino ai 1,23 dollari nonostante la lenta crescita dei mercati azionari è un altro segno che la pressione di vendita sulla moneta unica è ormai decrescente al momento. A meno che non si interrompa sul 1,2220 ci si aspetta la prova di attraversare la 1,2350 prima di assumere posizioni corte.

Franco Svizzero: Il verdetto della Banca nazionale svizzera sarà cruciale per le prospettive di cross eurofranco svizzero, a breve termine. La forza del dollaroeuro ha offerto un sostegno, ma alcune osservazioni regolari che non sono state accompagnate da un intervento potrebbe ripristinare la pressione di vendita sotto 1.38.

Sterlina: Si prevede che le vendite al dettaglio nel Regno Unito di maggio salgano e questo potrebbe aiutare il cable ad arrivare sopra i 1,48. L’Euro-Sterlina probabilmente proverà con la resistenza di 0,8360 e l’Euro salirà se la ripresa continua.

Dollaro canadese: Carney, governatore della Banca del Canada, ha detto che in futuro non sono stati determinati aumenti dei tassi, ma le aspettative dopo che la Russia abbia aggiunto riserve di dollaro canadese (Loonie) e dollaro australiano aiutare il Loonie a testare 1.02.

Cambio Valuta/Analisi tecnica: L’indicatore DeMarker

Si tratta di un indicatore tecnico –della famiglia degli oscillatori– usato per l’analisi di valute nel mercato del Forex. Tom DeMarker – l’inventore del metodo- usava questo sistema per fare delle stime sul medio e lungo termine del trend di una valuta. Il suo obbiettivo era stabilire le zone pericolose dove le inversioni del trend sono più probabili.

Demarker indicator snapshot

Demarker indicator snapshot

Alla base dell’indicatore troviamo una comparazione del periodo massimo con il periodo massimo precedente. Cioè una comparazione di massimi in due tempi diversi. La differenza tra i due dati è l’inizio per calcolare l’indicatore. Questa variabile viene denominata Demax. L’altra variabile usata da Demarker è il Demin: lo stesso confronto ma in questo caso usando i minimi di due momenti successivi nel tempo.

Come usare DeMarker

Una volta ottenuti Demax e Demin andiamo all’analisi dell’indicatore. Per farla breve la comparativa delle variabili offre un risultato numerico. Se questo risultato è sotto i 30 punti possiamo aspettarci un trend rialzista. Se invece l’indicatore segna più di 70 punti è possibile stimare un trend ribassista.

Comunque l’affidabilità dell’indicatore aumenta quando questi dati vengono usati da trader esperti. Questi tengono in conto sopratutto il periodo nel quale viene elaborato l’analisi per l’indicatore. Lungo o Breve. La differenza tra il lungo ed il breve termine è che se il calcolo viene fatto sul lungo l’informazione per l’investitore rimane generica. Mentre se invece il calcolo è sul breve DeMarker offre all’investitore un gran vantaggio; la possibilità di calcolare il punto d’accesso di minor rischio nel mercato forex. In pratica una porta aperta.

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti: