s
Cerca:

Cambio valuta. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Cambio valuta’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Cambio valuta. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Catalunya Banc perso 1.444.000 di dotazioni per coprire il ‘mattone’

In che modo l’aumento dell’IVA riguarda? Il tasso generale sale dal 18% al 21% e ridotto da 8 a 10%. Inoltre, molti prodotti e servizi vanno di essere tassato secondo l’aliquota ridotta di essere incinta con il generale. Come ti ha condizionato? Condividi con noi » Banc Catalunya, Caixa Catalunya banca intervenuta da parte dello Stato, ha perso nel primo semestre di 1.444,2 milioni. Disposizioni principali effettuati dall’ente per soddisfare la sua elevata esposizione al settore immobiliare trascinato i loro conti fino a quando i numeri rossi, lontano dai i 124 milioni di euro che la società ha guadagnato un anno fa. Il management della società ha deciso di caricare contro i bassi pieni benefici che hanno raggiunto € 1.636.000.

La redditività di spagnolo titoli a dieci anni ha iniziato il mese circa il 7 per cento e il premio di rischio di 600 punti base toccato. Nell’ultima settimana di questo periodo, dopo aver abbassato gli interessi sulle obbligazioni al 6,2 per cento e il premio di 465 punti base a metà mese, rimbalzato al 6,9% e 555 unità rispettivamente. Questo mese si sono incontrati i dati negativi sugli sviluppi economici in Cina e in Europa, dove l’attività industriale è diminuita e il settore dei servizi. Negli Stati Uniti è stato rivisto al rialzo del PIL nel secondo trimestre da 1,5 a 1,7 per cento, ed erano conosciuti indicatori favorevoli nel settore dell’edilizia abitativa, in quanto il mercato del lavoro è stagnante. Catalunya Banc colpa per la situazione di operazioni immobiliari che hanno chiuso entro il 2008, l’anno in cui la gestione corrente ha rilevato l’azienda. La banca ha guadagnato un margine di interesse di € 280.500.000, il 29,3% in più rispetto allo stesso periodo del 2011, mentre il margine lordo si è attestato a 593,2 milioni, in diminuzione del 5,3%. Risultato della gestione operativa, che deve essere il risultato della gestione finanziaria, è stato 217,3 milioni, il 6% in più rispetto al giugno 2011. Questo risultato servito come argomento per l’entità per assicurare che “la lastra senza coinvolgere immobiliare ha bisogno di ulteriori svalutazioni immobiliari” operazioni ricorrenti de Catalunya Banc era stato positivo. Gli accantonamenti e ammortamenti di immobilizzazioni ammontano EBIT 1,074.9 milioni di euro in negativo. Il ritardo del l’entità continua a salire ed è ora al 12,73%. Il portafoglio crediti rimane a 53.430 milioni di euro in fondi di clienti 59.859.000 €. L’agenzia difende il valore del marchio e Catalunya Caixa impegno a mantenere la propria presenza sul mercato attraverso un processo di vendita, che ha mostrato interesse Santander, Sabadell, BBVA, il Kutxa e Popolare. Il direttore della scatola, tutto Adolf, ha sempre sostenuto che la vendita sarebbe meno costoso di liquidazione. Inoltre, con la creazione della ‘bad bank’, la direzione assicura che il potenziale acquirente della banca “sarà un business bancario potente e consolidato ha generato risultati positivi.”

 

 

 

 

Rajoy ha detto che riduzione dell’IVA quando “la situazione economica permette”

Lo stesso giorno viene versato l’IVA escursione il primo ministro, Mariano Rajoy, ha aperto presso il corso di mezzogiorno Soutomaior politica nello stesso castello dove lo scorso anno quando era un candidato e ha promesso di avviare la ripresa economica, ma non aumentare le tasse evitando spese inutili. Da questo stesso scenario, il presidente ripetuto più volte questa mattina che l’aumento delle tasse è “eccezionale”, che produrrà a medio termine e sarà reversibile quando la situazione economica migliora. “Se non ci sono alternative, qualcuno pensa Sono principalmente interessati ad adottare ed aumentare IVA a tutti lo spagnolo?” Chiese con un oratorio con circa un migliaio di attivisti e funzionari di partito. “L’aumento dell’IVA non cadrà nel vuoto. Aiuta lo stato di continuare a soddisfare i servizi, le realizzazioni del welfare, a pagare per la salute, l’istruzione e la infraescturcutras, le pensioni, la solidarietà del paese, ma anche per mettere a fuoco un futuro migliore con maggiori opportunità di successo. ” Rajoy ha previsto che l’aumento delle tasse aumenteranno le entrate e contribuire a generare certezza ai mercati che la Spagna non possono essere finanziate a prezzi di mercato. ” Lanciato a proclamare le virtù di un provvedimento contro il quale raccolto le firme, come leader dell’opposizione, anche avuto il coraggio di fissare una data per il miglioramento dell’economia spagnola, il frutto della “agenda più grande e modernizzazione riformista della storia della Spagna.” “Al termine nel mese di giugno il corso politico, le cose andranno molto meglio”, ha previsto che “negli ultimi otto mesi sono state gettate le basi della ripresa.”

Dopo aver inviato il messaggio ai mercati e le istituzioni comunitarie che la Spagna sta facendo i sacrifici che richieste, ha chiesto la flessibilità Eurogruppo per paesi in difficoltà come la Spagna può essere finanziato tassi di interesse ragionevoli. “E ‘inaccettabile che alcuni hanno i soldi allo 0% e gli altri con interesse superiore al 6%”, ha detto senza citare qualsiasi momento in Germania, in una chiamata per risolvere “il problema più grande per l’Unione europea”. Con le elezioni Galizia due mesi di distanza , l’evento focalizzato sulla gestione del presidente Galizia, Alberto Núñez Feijoo, che Rajoy presentato come un esempio da seguire, l’uomo che ha proclamato “austerità e di rigore molto prima hanno fatto altro “. Il primo ministro ragionato Galizia rappresenta presentato come “una delle comunità più ricche” per fare una difesa dello Stato autonomo chiuso il settore più difficile contesa PP in questione. “Il nostro supporto per l’autonomia risponde alla convinzione profonda che ha contruibido a migliorare il benessere degli spagnoli, sono il governo della Spagna, le autonomie servono Spagna e il popolo spagnolo”, ha proclamato. Come dichiarato impegno a Feijóo e la sua elezione, citando 2018 come data di arrivo del AVE per capire Galizia e ha detto quelle interessato alla vendita di azioni privilegiate la cui responsabilità attribuita al governo Zapatero e la dimostrazione di un miglio sotto controllo in ogni momento da parte della Guardia Civil che li pagano più volte di non avvicinarsi alla sede.

 

 

 

 

 

 

Bruxelles ha sottolineato il “chiaro legame” tra il prestito e le riforme richieste

 

La Spagna si sono già assicurati i fondi per salvare le sue banche. Invece, trascinare un disegno di legge fino a EUR 100.000 milioni per oltre un decennio. -I ministri delle finanze dell’Eurogruppo della zona euro hanno ormai cancellato il programma di assistenza al settore finanziario spagnolo all’unanimità invariato rispetto a quello che ha deciso lo scorso 9 luglio . Giovedì dopo essere state ratificate dal Parlamento tedesco e oggi dalla finlandese , il prestito dal fondo di salvataggio europeo (EFSF), in Spagna ha passato il processo di penultima. Solo necessario che l’impresa governo spagnolo il Martedì l’accordo è stato annunciato oggi dal vice presidente, Soraya Saenz de Santamaria. Ancora, il premio per il rischio ha superato 600 punti a mezzogiorno, guidata dal richiesta di riscatto allo Stato di Valencia . L’effetto pratico immediato di tale accordo è che la Spagna avrà nei prossimi dieci giorni della prima tranche di aiuti, 30.000 milioni di euro

“L’obiettivo del programma è chiaro: fornire Spagna con alcune banche sane, di fatto regolamentato e controllato rigorosamente, in grado di guidare una crescita economica sostenibile”, ha detto in una dichiarazione sul vicepresidente della Commissione europea, Olli Rehn, al termine della conference call, iniziata a mezzogiorno e si è conclusa verso le due del pomeriggio. Rehn utilizza anche la dichiarazione per sottolineare qualcosa che il governo spagnolo ha cercato di negare: che il piano di salvataggio bancario è inevitabilmente legata a difficili condizioni macroeconomiche per ridurre il deficit e l’attuazione di riforme strutturali. “Il legame esplicito tra questi obblighi e il programma di settore è deliberata e appropriata”, il Commissario degli Affari economici e monetari, in quello che sembra un monito per l’Esecutivo, Mariano Rajoy. “Solo attraverso azioni specifiche in questi settori Spagna può creare stabilità finanziaria e di un’economia competitiva e dinamica che porterà un calo costante della disoccupazione e ha continuato,” ha aggiunto il Rehn Finn. L’effetto più immediato pratico di questa disposizione è che la Spagna avrà nei prossimi dieci giorni della prima tranche di aiuti, 30.000 milioni di euro. Questo denaro andrà alla ricapitalizzazione più urgente per il settore finanziario spagnolo, come è il caso di nazionalizzazione Bankia , Novagalicia Bank e CatalunyaCaixa . Giorno disastroso per i mercati e la fiducia nella ripresa della situazione economica della Spagna.

Il premio di rischio sul debito spagnolo (la differenza tra legame spagnolo e tedesco a 10 anni nel mercato secondario) ha chiuso a 610 punti base (6,10 punti percentuali) dopo aver raggiunto un massimo giornaliero di 612 punti base . L’Ibex 35 cade di 5,82%, un calo che non si vedeva dal 14 maggio 2010, quando dopo l’annuncio salvataggio prima greci e misure di regolazione del governo Zapatero , il titolo ha perso il 6 64%. La Spagna è finanziato a 10 anni con gli interessi al 7,269%, vicino al massimo 18 giugno dell’anno scorso quando arrivò a 7,284%. I cinque anni di legame chiuso con una quota del 6,876% dopo aver raggiunto un livello record di 6,903% di interessi durante il giorno. La crisi del debito è accentuata in Spagna, nonostante i tagli approvati dal governo di Mariano Rajoy ( convalidato ieri dal Congresso) e l’ accordo definitivo all’interno dell’Eurogruppo sul piano di salvataggio bancario.

 

La Costituzione europea, l’Unione Rescue

Si parla molto del decennio che l’Unione europea ha perso nei dibattiti istituzionali. Ma senza il Trattato di Lisbona, il vertice non poteva avere sia adottato un progetto di accordo raggiunto, come Quante volte avete letto o sentito dire che da “la fallita Costituzione europea”? O l’altro dei “dieci anni che la UE ha perso in discussioni istituzionali” sulla sua preparazione e la successiva carriera e scacchi? Sì, molti, lo so. Abbiamo sofferto. Certo che anche d’accordo che le conclusioni del Consiglio europeo di giugno non è male. Anche noi pensiamo, con dubbio a causa causato dal precedente, che solo il tempo e la volontà politica dei governi, che ci potrebbe essere chiarito presto l’inizio di un nuovo periodo di costruzione di una comunità che abbiamo finito di fare una vera unione economica ( con tutti i lati della figura, tra cui: fiscale, bancario, finanziario, sociale ¿) e hanno gli strumenti per superare la crisi del debito una volta per tutte?. In effetti, raramente prima stato incluso tanto in così poche righe: un paio di pagine di accordi sono stati più che sufficiente a causare una sensazione di sollievo che l’UE è venuta dai cittadini ai loro mercati. In queste due pagine è un punto identificato come particolarmente importante che l’obiettivo UE di rompere il circolo vizioso tra banche ed emittenti sovrani (cioè afferma che il debito pubblico questione), perché, nell’immediato futuro, il meccanismo europeo di stabilità con le sue centinaia di miliardi di euro disponibili per ricapitalizzare direttamente le banche in difficoltà attraverso il Protocollo d’intesa relativo, naturalmente.

Si dice che sarà realizzato una volta stabilito un sistema di monitoraggio unico ed efficace, che ha coinvolto la Banca centrale europea alle banche nell’area dell’euro. A tal fine, chiede alla Commissione di presentare rapidamente proposte in tal senso da studiare dal Consiglio europeo entro la fine del 2012. La Commissione presenta tali proposte e, di conseguenza, il Consiglio adotta la sua decisione in base al paragrafo 6 dell’articolo 127 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea, il secondo volume del Trattato di Lisbona, per così dire. Questa sezione 6 stabilisce che “il Consiglio, con regolamenti adottati secondo una procedura legislativa, all’unanimità e previa consultazione del Parlamento europeo e della Banca centrale europea, può affidare alla BCE compiti specifici in merito alle politiche che riguardano la vigilanza prudenziale delle banche e altri istituti finanziari, ad eccezione delle imprese di assicurazione “. Parliamo, quindi, una pietra miliare della banca futura Unione e per gli spagnoli, che le cattive condizioni di alcune delle nostre banche non finiscono per diventare il salvataggio europeo ora impostata in un aumento del nostro debito finisce ci costa, attraverso un aumento Il primo rischio, sudore e lacrime. Sapete quando entrò nel vigore del trattato di Lisbona? Il 1 ° dicembre 2009. E sembra che la fine sarà un bene per qualcosa, perché senza il punto 6 dell’articolo 127 sarebbe stato giuridicamente impossibile, l’ultima analisi, l’Unione è una costruzione di diritto in cui le decisioni devono essere adottate basi giuridiche, che se poi non c’è la Corte costituzionale tedesca a prendere il cartellino rosso, il vertice ha adottato un progetto di accordo sia come indicato, si salverà letteralmente il portafoglio.
 
 
 

Il mercato dell’euro, a Francoforte il punto

 

Il mercato dovrebbe rimanere in occasione della riunione del consiglio direttivo dell’emittente dell’euro il Giovedi a Francoforte tagliare il tasso di riferimento un quarto di punto percentuale, che rimarrebbe al 0,75% per la prima volta inferiore all’1% in quanto l’esistenza dell’euro. Si potrebbe anche ridurre il tasso dei depositi a vista tra le banche, ora al 0,25%, a incoraggiare le banche a prestare fondi sul mercato, piuttosto che parcheggiare al sicuro in banca ma non redditizi centrale. Sia la crisi economica, i mutamenti tecnologici richiede al Gruppo di continuare la politica di tagli e, compreso il personale. “La diminuzione dell’attività, da un lato, e le nuove tecnologie, dall’altro sarà ristrutturazione inevitabile di alcuni modelli, il tempo necessario per inserire nuovi profili professionali in grado di essere gestito con abilità in un ambiente digitale “, ha detto Cebrian. Il gruppo intende svolgere queste ristrutturazioni richieste in conformità della rappresentanza sindacale dei lavoratori. Un punto che Angela Merkel ha chiarito: “Ho insistito sul fatto che le attuali procedure devono essere mantenuti e credo che abbiamo raggiunto un buon accordo”, ha detto. Oggi, il cancelliere tedesco tornò a Berlino per partecipare al parlamentare patto fiscale germanica voto concordato al vertice precedente e l’attuazione del meccanismo europeo di stabilità (MEDE), il fondo permanente di salvataggio europeo per entrare in vigore nel mese di luglio. Ma l’apertura di Wall Street ha bruciato le citazioni di carburante e tutti i mercati azionari europei hanno accelerato i loro profitti. Il Dow è salito a chiudere a 7102.2 punti, la maggior parte del giorno, che rappresenta un anticipo del 5,66% rispetto al suo vicino di ieri. A cavallo tra richieste e domande, due rappresentanti del Gruppo consiglio di fabbrica ha criticato la politica del lavoro della stessa, e ha esortato la gestione di negoziare con i sindacati qualsiasi modello di regolazioni invece di applicare la riforma del lavoro approvato dal governo. Essi hanno inoltre denunciato le “alte” emolumenti dell’Amministratore Delegato e di altri registi. Sulla strada, alle porte dei locali in cui il Consiglio ha tenuto un gruppo di lavoratori BE marciato con striscioni e scandito slogan contro i dirigenti del gruppo, per protestare contro il nuovo record del regolamento di occupazione (ERE), che intende attuare nella catena e può interessare 200 lavoratori. Primo Ministro italiano, Mario Monti, è stato il promotore della terza misura adottata ieri, che i media italiani hanno ribattezzato “anti-shield premio di rischio”, e cioè che un paese “virtuoso”, cioè che sta facendo il suo modo di soddisfare le esigenze economiche dell’Unione europea possono chiedere l’intervento dei fondi di salvataggio (EFSF o MEDE) di acquisire titoli di Stato, e la facilità dei tassi di interesse, senza incorrere in ulteriori obblighi rigorosi di quelli già assunti con gli obiettivi europei. Tutti gli occhi sono ora rivolti verso la Banca centrale europea (BCE), sulle cui spalle è caduto il compito di spegnere gli incendi di crisi del debito europeo che ha avuto inizio con il primo salvataggio greco nel maggio 2010.

 

 

Cambio dollaro euro 3

Per adattarsi al nuovo ambiente e dei vincoli di liquidità delle autorità di regolamentazione, le banche europee sono obbligate a portafogli creditizi offload.

Sono arrivati, sono tutti lì. Fondi statunitensi, le banche giapponesi o Assicuratori canadesi o inglesi, la fretta intera finanza globale al capezzale delle banche europee e francesi in particolare. Fino a Mike Smith, capo della banca australiana ANZ, che è venuto al suo piccolo giro d’Europa, tra cui Parigi, per chiedere di eventuali attività di acquistare a basso costo in Asia Pacific.

Motivo di questo improvviso interesse: adattare all’ambiente nuovo e vincoli di liquidità delle autorità di regolamentazione, le banche europee sono obbligate a portafogli di crediti offload come pesi tanti.Uno studio di Deloitte mostra l’entità della sfida: “Secondo i nostri calcoli, le banche europee a tenere il loro equilibrio di 1,7 miliardi di euro in attività non performing e non strategico, di cui una parte sarà ceduta”.

Nel loro insieme, BNP Paribas , Societe Generale e Credit Agricole hanno annunciato che sarebbe caduto da esigenze di 200 miliardi di euro di finanziamento. Naturalmente, le vendite sono solo uno degli assi di deleveraging, ma queste cifre da capogiro hanno dato finanziario America, Asia o nel Golfo, la speranza di realizzare la “rapina del secolo”, secondo il espressione di un banchiere.Tuttavia, questo grande mercato non ha avuto luogo. Almeno finora.

Svezzati dollaro

Quando le banche anglosassoni come dare grandi portafogli di diversi miliardi di dollari al profondo come KKR o Apollo, il francese, seguito le tattiche di “banconote di piccolo taglio”. “Erano molto attenti a non prendere le perdite. Per questo, hanno venduto la maggior parte sopra l’acqua “, dice un banchiere d’investimento. “Abbiamo scelto di vendere in incrementi di 50 euro, 200 o 300 milioni, grazie a questo abbiamo subito tagli relativamente bassi” e ha affermato Hocher il mese scorso, l’amministratore delegato di Credit Agricole CIB , in un’intervista a Le Figaro .

Ciò non esclude alcuni club operazioni: BNP Paribas organizza una gara per vendere 11 miliardi dollari di credito al settore energetico. Societe Generale, ha anche rinunciato questo inverno un ampio pacchetto di mutui.

In effetti, le luci attori cominciarono ad alleggerire i portafogli prestiti e certi “libri” dei mercati nei primi mesi del 2011 prima di accelerare dopo i mercati estivi mortali. Le stesse cause producono gli stessi effetti, è il portafogli denominati in dollari – comprese le banche francesi sono svezzati rispetto all’anno scorso – che sono stati messi in vendita. In gondola, il finanziamento aviazione e imbarcazioni, immobiliare, energia, LBO (Leverage Buy Out) … Natixis riduce anche prestiti al settore bancario.

Tuttavia, il traffico temuto non si è verificato, in questa fase. La buona sorpresa è stata la forza della domanda. Il mercato secondario – l’equivalente mercato di seconda mano – è così segnato dalla grande risveglio delle banche giapponesi, come Sumitomo Mitsui Financial Group, che ha preso 7,3 miliardi dollari al business degli aeromobili RBS leasing. Banche statunitensi (Bank of America, Citigroup …) o canadesi (Scottia, Québec Caisse des Dépôts …) appaiono anche molto affezionato dei rendimenti.

Fondi pensione prowl

Poi, all’ombra di questi giocatori mondiali, europei che avevano accumulato posizioni internazionali sono ottime opportunità per attività regionali a coloro che sono coinvolti nel settore: la banca russa Sberbank, il Samba Financial Golfo, le banche indiane o South African. “Le banche del Golfo sono molto affezionato dei portafogli in Turchia,” ha detto un banchiere francese.

A sua volta, fondi pensione e hedge fund portafogli in agguato dietro i mercati, anche noti per essere ridotto. Secondo le nostre fonti, la Società è in genere allevia over-drive idrici complessi, azioni e prestiti.

Infine, se la prima parte del programma di smaltimento è andato abbastanza bene, nulla ci dice se il risultato sarà favorevole. Le banche, in effetti, ha venduto il più facile. Può essere più difficile fare le migliori fette di finanza di progetto, per esempio, che sono secondo l’ordine della lista della spesa. “Il mercato secondario è stato strutturato in modo da assorbire l’offerta ancora più importante”, tuttavia, fornisce uno di questi venditori.

Cambio dollaro euro 2

Con quasi 500 miliardi a disposizione delle banche europee, la BCE assolve un problema di liquidità, ma le istituzioni della zona euro ancora la mancanza di capitale. La questione è ancora irrisolta. L’istituzione, da parte della Banca centrale europea (BCE) di una gigantesca operazione di rifinanziamento di EUR 489,2 miliardi di banche europee in tre anni consente alle banche di soffiare, perché risolve il problema enorme di liquidità che si di fronte. Era urgente, perché l’aggravarsi della crisi di fiducia nell’area dell’euro che ha portato ad un progressivo congelamento degli istituti di credito interbancarie privare molte delle loro fonti di finanziamento tradizionali. Questo blocco potrebbe mettere diversi istituti in grossi guai, a minacciare la loro stessa sopravvivenza. E sono soprattutto le banche dei paesi periferici, Spagna e Italia, che avevano massicciamente utilizzano questo prestito, come tutte le altre forme di finanziamento sono stati chiusi.

Il denaro avanzata dalla BCE non sono patrimonio

Il mercato azionario ha finalmente accolto l’evento, dal momento che dopo qualche esitazione, tutti i titoli bancari stanno iniziando a rimbalzare in Europa il Giovedi. Questo è in particolare il caso delle banche francesi, guidati da aumenti, BNP Paribas, che guadagna oltre il 3% circa 30 euro. Societe Generale e Credit Agricole è aumentato più modestamente. Gli investitori sono rassicurati, ma questo non risolve il problema della mancanza di capitale di fronte a molte istituzioni nell’area dell’euro. Egli deve sapere che le somme anticipate dalla BCE non può essere trattata come patrimonio netto. Per rafforzare le loro banche di solvibilità sono due opzioni, di fare appello ai loro azionisti, come aumenti di capitale o vendere attività per ridurre le dimensioni dei loro bilanci.

Rischio sul portafoglio di titoli di Stato

La sfiducia degli investitori nelle banche non è sul punto di scomparire. Se le operazioni di costruzione di grandi dimensioni in capitale delle banche francesi ora sembra improbabile, i mercati restano cauti, perché ci vorranno anni per ridurre le dimensioni dei loro bilanci. L’esistenza di un rischio di deterioramento del valore dei titoli di Stato che questi istituti detengono in portafoglio è anche un’importante fonte di preoccupazione. Molti manager hanno deciso di stare lontano dalle banche, troppo rischioso. Oddo AM vede invece nella loro discesa agli inferi la possibilità di entrare nel mercato azionario. Ecco un nuovo fondo che non passerà inosservata. Oddo Oddo AM lancia banche europee, appositamente progettato ed è riuscito a costruire, mercato azionario, la delicata situazione in cui ora ci sono le banche europee. “E ‘un atto di fede? Di incoscienza? Siamo coraggiosi? No, siamo razionali e abbiamo fatto un lavoro analitico di vedere chiaramente, era giustificata Deheuvels Thierry, del Deputy CEO di Oddo AM, sostenendo in primo luogo un approccio pragmatico. Il gestore del fondo, Alain Dupuis, indica a volte esagerati i timori dei mercati in questo settore. “Se applichiamo il taglio di capelli sul debito sovrano detenuto dalle banche, le perdite sarebbero significative, ma l’impatto sul coefficiente di solvibilità sarebbe limitato,” dice. Le banche hanno infatti ridotto il peso dei prestiti statali sui loro bilanci: gli impegni di Italia sono diminuiti del 20% tra giugno e settembre. Un altro buon punto: le banche è aumentato di quasi € 400.000.000.000 loro capitale dal 2008. “Solvibilità è in costante miglioramento. E con l’introduzione di misure non convenzionali, la BCE e l’Europa, la situazione è prevista una ripresa “, afferma Alain Dupuis. Per quanto riguarda la redditività, potrebbe essere più forte di quanto previsto mercati “, attraverso la capacità delle banche di controllare i loro prezzi e costi.”

Cambio dollaro euro

La BCE continua ad aprire i suoi ampi sportelli

Le Cassandre ricordare che questo afflusso di nuovo denaro non risolve i problemi strutturali della zona euro. Le banche dovranno rimborsare i nuovi prestiti in tre anni. Photo credits: © Andrea Comas / Reuters /

Circa 800 banche in prestito 530 miliardi di euro dalla Banca centrale europea, che sarà iniettato in due mesi oltre 1.000 miliardi di euro nel sistema bancario europeo. Un vero plebiscito. La Banca centrale europea (BCE) ha annunciato Mercoledì che aveva assegnato 529.5 miliardi di euro a 800 banche europee, sotto forma di prestiti a tre anni. In totale, il grande finanziere avrà investito più di 1 miliardi di euro nel sistema bancario europeo in meno di due mesi. Un massiccio afflusso di denaro che ha bandito lo spettro di una crisi sistemica dei mercati e sollievo sull’orlo della crisi di nervi, alla fine dello scorso anno.

Sotto la guida del suo nuovo governatore, Mario Draghi , la BCE e ha proceduto alla sua seconda operazione alla spina, di proporre alle banche di prestare una quantità illimitata per una piccola remunerazione dell’1%. 21 dicembre 523 banche avevano presentato, sostenendo 489 miliardi. Mercoledì, erano ancora più numerosi, con un aumento dell’appetito.

“Piove euro”

Mentre le aspettative oscillato tra 200 e 1000 miliardi per il secondo turno, i 530 miliardi di euro – in media le previsioni – hanno risposto alle aspettative a volte contrastanti dei mercati. “Un importo non abbastanza per sollevare preoccupazioni circa la fragilità del sistema bancario e ancora abbastanza grandi per finanziare una parte sostanziale del debito bancario con scadenza e avviare nuovi acquisti di titoli in Italia e Spagna”, ha detto Martin van Vliet, economista di ING. “Piove di euro”, anzi, ma almeno a prima vista, ricordano gli economisti del Credit Suisse: due operazioni di punzonatura della BCE, infatti, dovrebbe sostituire il tradizionale rifinanziamento a breve termine delle istituzioni Francoforte porta con le banche. Questo rappresenta ancora € 500 miliardi di nuova liquidità iniettato nelle banche, il Credit Suisse figura. Se le banche sono i principali beneficiari di questo colpo di fortuna, non sono gli unici ad essere accolti. Gli Stati e le imprese beneficiano anche molto di più favorevoli condizioni per il rilascio. Peugeot, Renault o Valeo, per esempio, il crollo dei premi legati alla loro firma sui mercati, ha detto Suki Mann, uno strategist di Societe Generale. Una volta gonfio di fondi, le banche riposizionarsi in alcuni mercati a rendimenti interessanti. Questi alimenti acquisti, in particolare, rilassante sul debito italiano o spagnolo. L’Italia, che preso in prestito da due anni a più dell’8% nel mese di novembre, ora sta pagando un tasso del 2,25%. Ma il ritorno della fiducia appare più grande. Il sollievo provato dagli operatori per l’idea che non ci sarebbero stati fallimenti bancari in Europa, e di crisi sistemica, pertanto, ha restaurato il loro appetito per il rischio. In questo modo, gli investitori statunitensi, che avevano ritirati dai mercati europei, sono tornati dall’inizio dell’anno. Le Cassandre ricordare che questo afflusso di nuovo denaro non risolve i problemi strutturali della zona euro. Le banche dovranno rimborsare tali montagne di euro in tre anni. Lo stesso dibattito è stato lanciato nel 2008, quando le banche centrali avevano cominciato ad aprire le porte a unjam i canali di finanziamento congelato dopo la caduta di Lehman. Ma fino ad allora, l’unica soluzione trovata per sostenere le economie dipendenti al debito resta il debito aggiuntivo.

Cambio dollaro euro

I nuovi tagli della sanità e dell’istruzione ha annunciato ieri, senza ulteriori spiegazioni, il presidente Mariano Rajoy, non hanno convinto gli investitori, che hanno intensificato la loro persecuzione contro la Spagna di oggi. Al termine, il mercato azionario è crollato al livello più basso dal marzo 2009, mentre nel debito, il premio per il rischio ha subito il suo peggior sessione dal mese di agosto ed è salito a 433 punti base, il suo livello più alto della intera legislatura. Questo indicatore, che equivale al premio richiesto ai 10 anni obbligazioni, che vengono utilizzati per analizzare l’evoluzione del debito tutta spagnola, contro i tedeschi, che con la loro stabilità sono lo specchio di guardare a tutti i paesi della zona euro ha continuato ad aumentare e più forte di Giovedi per riprodurre i 433 punti base, pari a 33 punti. A partire dall’estate, quando la pressione sulla Spagna e in Italia spinto la BCE a venire a sostegno del suo debito, questo indicatore è aumentato più fortemente in un giorno. La redditività chiede per i titoli a 10 anni nota del Tesoro aumentato al 5,97% e si appresta a superare il 6%, mentre per la Germania, allo stesso tempo chiedono un interesse del 1,6%, il più basso basso stadio di euro. Questo tipo così piccolo è dovuta al suo status di rifugio sicuro alla crisi, che oggi è molto apprezzato dagli investitori. Aumentare la sfiducia della capacità del paese di combinare i tagli con la ripresa economica, che è la fonte di dubbi per gli investitori, è diventato chiaro la scorsa settimana. Durante questo periodo, il premio è salito 46 punti, che ha reso il peggiore dall’inizio dell’anno. E che ha avuto un giorno lavorativo in meno. Si sottolinea anche la mancanza di efficienza nella ristrutturazione finanziaria come un’altra fonte di dubbio. Dal governo, da parte sua, insiste sul fatto che le riforme continue e piani di adeguamento sono la migliore ricetta per superare la turbolenza e scacciare lo spettro di un salvataggio internazionale. Il ministro delle finanze, Cristobal Montoro, ha collegato questo ennesimo episodio di maggior tensione di “attacco” contro la zona euro insieme. In ogni caso, il premio di rischio è ben lungi dall’essere il massimo toccato nel mese di novembre quando l’altezza supera prontamente psicologicamente importanti 500 punti base, un confine che gli analisti considerano il primo passo per il salvataggio. Da allora fino all’inizio di aprile, le iniezioni straordinarie di liquidità alle banche da parte della BCE, che ha messo a disposizione un miliardo di euro di denaro a buon mercato, è riuscito a disinnescare le tensioni. Tuttavia, ora che stanno diluendo gli effetti di questa misura, il tumulto è tornato con forza. Tuttavia, per gli analisti, le molestie rende evidente che gli aggiustamenti non bastano a convincere gli investitori. Dato il peggioramento generale della situazione, gli operatori stanno cominciando a speculare sul fatto che gli aiuti stranieri volontà di lasciarsi alle spalle i problemi. Tuttavia, la paralisi diventa a dominare l’Unione europea e respinge un ampliamento dei fondi di salvataggio dal rifiuto assoluto della Germania.

Vertice UE: positivo, ma il miglioramento deve aumentare

mario_monti2-560x313

Dopo due anni dalla comparsa dei sovrani della Grecia, crisi senza aver ancora riusciti a fermare la sua diffusione in altri Stati membri, ci si aspettava che questo despejase vertice, infine, quattro incognite irrisolte: come dare una soluzione accettabile per l’insolvenza della Grecia senza creare un evento di credito nel mercato dei CDS, come convertire l’impianto europeo di stabilità finanziaria EFSF o di un potente firewall che isola gli Stati membri solventi, come impostare una tabella di marcia e medio termine per migliorare la governance europea attraverso modifiche nel trattato, e come evitare un’altra crisi del sistema bancario derivante dalla crisi del debito sovrano. In primo luogo, per risolvere l’insolvenza della Grecia ha negoziato uno sconto del volontario del 50% sul debito greco detenuto da banche europee, secondo la decisione del Consiglio nel mese di luglio per avere un maggior contributo delle banche (PSI) .

Questa decisione è in grado di evitare un evento creditizio , ma non è priva di difficoltà. In primo luogo, solo stati in grado di costringere le banche ad ammettere di essere regolato, ma non il resto dei titolari del debito greco. In secondo luogo, le banche che hanno acquistato la protezione del debito mercato dei derivati (CDS) per la probabilità di default, perdono. Inoltre, la Commissione europea sta cercando di vietare CDS nudi , cioè senza il creditore o debitore sottostante per compensare il divieto di vendite in un breve nel mercato obbligazionario fisico. Infine, questo sforzo i volontari hanno fatto per il debito greco a stabilizzarsi al 120% del PIL nel 2020, che è molto dubbio che questo si ottiene, dal momento che questo livello potrebbe portare l’Italia, non la Grecia.Bce

In secondo luogo, per rendere il EFSF un potente firewall adottato due decisioni. In primo luogo, utilizzare il 250.000 milioni di EFSF attuale capacità di aumentare la solvibilità di una qualsiasi nuovo debito emesso dai solventi periferici Stati che garantiscono la loro prima perdita fino al 20%. In secondo luogo, le risorse rimanenti possono sfruttare SESF cinque volte, raggiungendo un miliardo di euro. A quanto pare, questa leva creerà uno o più veicoli SPV ad emettere collateralized debt obligations (CDO) in cui possono vendere i loro tranche senior e mezzanine , con meno rischi per gli investitori privati, mentre l’EFSF rimane con il tratto equity o di capitale che è la prima perdita fino al 20%.

Questa idea ha i suoi meriti, in quanto può ridurre le spread del debito italiano e spagnolo, ma non è senza problemi. In primo luogo, poiché nessuno Stato membro è disposto a pagare nulla, a differenza del FMI, sta generando una catena di garanzie degli Stati membri di approvare il EFSF, che a sua volta deve ottenere finanziamenti sui mercati, e EFSF sua volta supporta la perdita prima delle emissioni di debito dei solventi periferici, ma la maggior parte del rischio deve vendere nei mercati. Questo sistema è stato utilizzato da molte banche americane ed europee attraverso fuori bilancio veicoli fuori (SIV), che erano in grado di sfruttare decine di volte finché non furono vicini alla bancarotta non era stato salvato da loro governi. In Spagna è stato autorizzato.

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia