s
Cerca:

La crisi. Tutti i nostri post che parlano di: ‘La crisi’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica La crisi. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Florida, il grande premio della campagna

Obama affronta una maratona di 8500 km attraverso gli stati che decideranno le elezioni. In questa maratona di oltre 8.500 chilometri con cui Barack Obama dà la spinta finale alla campagna nel modo più decisivo, il presidente ha viaggiato otto stati in due giorni, ha partecipato a sei incontri, è andato a Jay Leno a Los Angeles, viaggiato a Chicago per votare presto e ha tenuto due mega gruppo con 17.000 telefonate e 9.000 volontari della campagna elettori indecisi dalla sede di Air Force One, dove ha trascorso la notte prima di atterrare il Giovedi qui a Tampa, nello stato della Florida. Lo sforzo è proporzionale a ciò che è in gioco in questa fase critica della campagna, che si sta decidendo in questi tempi e in luoghi come questo, Ybor City Park, nel cuore di una zona nel XVI secolo è stato aperto conquista da Hernando de Soto e ora, con tre milioni di abitanti, è uno dei principali campi di battaglia per la presidenza degli Stati Uniti. “Ci stiamo muovendo in giro. Basso tasso di disoccupazione, l’economia cresce. Non possiamo tornare alle politiche che ci hanno portato in questa crisi. Non possiamo tornare indietro l’orologio 50 anni per le donne, per gli immigrati , per i gay . Perciò chiedo il vostro voto per un secondo mandato come presidente degli Stati Uniti “, ha detto Obama a Tampa. “Florida, tu mi conosci, sai che puoi fidarti di me, faccio quello che dico e dico quello che faccio.”

Dalla Florida alla Virginia, e poi in Ohio, per completare il trio di base chiamato Stati indecisi , che più facilmente oscillare tra una delle parti e decidere il risultato . Tra i tre insieme 60 voti dei 270 necessari per vincere la maggioranza nel collegio elettorale, il corpo che nomina il vincitore delle elezioni. Dei tre, in Florida, ha il più alto premio (29 rappresentanti), ma anche la più difficile, a causa delle sue dimensioni e la complessità della loro elettorato. Nessuno stato come la Florida riassume lo sviluppo razziale, sociale e culturale degli Stati Uniti. La campagna qui è in realtà una serie di campagne diverse per ciascuna delle circoscrizioni che compongono questo territorio: gli ispanici (con origini diverse e tendenze tra loro), i pensionati, gli ebrei, le famiglie giovani e suburbani, quelli che vivono in aree residenziali circostanti grandi città. Mitt Romney è ora leggermente favorito alla vittoria , ma i democratici non solo non ha dato lo Stato per perso, ma, incoraggiato dai sondaggi che il vantaggio del candidato repubblicano è entro il margine di errore, e calcoli, come che hanno una maggiore capacità di mobilitazione nei giorni scorsi, si basano ancora a ripetere la splendida vittoria che Obama ha avuto nel corso del 2008, meno di tre punti. Una sconfitta Romney in Florida sarebbe quasi letale. Sapevo che l’importanza di questo stato quando quest’ultimo ha deciso di organizzare convention repubblicana proprio qui a Tampa . Se i 237 voti elettorali che Obama abbia praticamente assicurato oggi, il 29 añadiese Florida, il suo avversario avrebbe dovuto vincere in tutti gli altri stati attualmente non definiti, un feat.

 

Germania affronta il FMI e si rifiuta di tornare indietro su austerità (2°parte)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Turnabout suonava più proveniente da un uomo come ministro delle finanze di Francia è stato fautore di austerità. Ma il FMI aveva già cominciato ad adottare un approccio alla crisi europea meno massimalista della Germania. I loro tecnici sono consapevoli della scarsa performance del ricette troika (Commissione europea, BCE e FMI) in Grecia e Portogallo. Quest’ultimo è l’esempio migliore, perché Lisbona è stata applicata alle regolazioni letteralmente dettate e ancora non ha rispettato il deficit, dal momento che queste politiche hanno gettato l’economia. La troika ha finito spiana la strada di riduzione del disavanzo e dare un anno in più per il Portogallo.

La domanda rimane senza risposta per sempre è se è stato impostato fin dall’inizio avrebbe permesso obiettivi più realistici per realizzare quello che oggi è accettata senza infliggere così tanto dolore per l’economia sulla strada. In Spagna, il segretario generale del PSOE, Alfredo Pérez Rubalcaba, ha detto che un anno fa ha chiesto più tempo per ridurre il deficit e ha detto “tutto”. La richiesta di offerta è stato un po ‘di mancanza di coordinazione. Mentre il segretario di Stato per l’Unione europea, Iñigo Fernández de Vigo, ha detto: “va bene a ritardare gli obiettivi”, il vice primo ministro, Soraya Saenz de Santamaria, ha insistito che non sarebbero cambiate. Inoltre, dopo la riunione del G-24, che comprende i principali paesi emergenti, il ministro delle Finanze brasiliano, Guido Mantega, ha detto che il cosiddetto BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) stanno prendendo in considerazione la creazione di una borsa Prenotazioni di avere un sostegno finanziario in caso di problemi. “Il momento migliore per farlo è ora, quando i BRIC non hanno bisogno di questo aiuto.” Questo tipo di pop fondo monetario viene interpretata da alcuni come un affronto alla vista FMI che la riforma del Fondo, in cui sono sottorappresentate paesi emergenti, e la nuova distribuzione delle quote non si ferma per andare avanti, in assenza di un sostegno decisivo degli Stati Uniti. L’assemblea del Fondo monetario internazionale (FMI) a Tokyo solo che non è stato accompagnato le proteste finora suscitato tali riunioni in passato. Anche mentre ci avviciniamo l’apertura ufficiale della riunione, prevista per Venerdì, i controlli di distribuzione e di sicurezza sono state rafforzate, per quanto ci è stato è una manifestanti poche decine di distribuire volantini a favore dei diritti umani e la democrazia in Cina e protestare la partecipazione della Cina alla manifestazione. In pieno disputa diplomatica con il Giappone sul piccolo Senkaku, la Cina ha deciso di boicottare la riunione e inviare un secondo livello di rappresentanza, annullando prevista partecipazione ministro delle Finanze Xie Xuren, e il governatore della Banca centrale cinese, Zhou Xiaochuan. Quest’ultimo aveva prenotato uno dei discorsi più importanti del gruppo, che ora saranno consegnati dal Vice Governatore. Il direttore del FMI delegato, Christine Lagarde, ha deplorato la mancanza di importanti CFO cinesi con un po ‘di ironia. “Quello che ci preoccupa è che si sta perdendo un grande incontro, perché è a Tokyo i suoi colori migliori time.The sono belli, gli alberi sono i colori più belli che si possa immaginare.

Catalunya Banc perso 1.444.000 di dotazioni per coprire il ‘mattone’

In che modo l’aumento dell’IVA riguarda? Il tasso generale sale dal 18% al 21% e ridotto da 8 a 10%. Inoltre, molti prodotti e servizi vanno di essere tassato secondo l’aliquota ridotta di essere incinta con il generale. Come ti ha condizionato? Condividi con noi » Banc Catalunya, Caixa Catalunya banca intervenuta da parte dello Stato, ha perso nel primo semestre di 1.444,2 milioni. Disposizioni principali effettuati dall’ente per soddisfare la sua elevata esposizione al settore immobiliare trascinato i loro conti fino a quando i numeri rossi, lontano dai i 124 milioni di euro che la società ha guadagnato un anno fa. Il management della società ha deciso di caricare contro i bassi pieni benefici che hanno raggiunto € 1.636.000.

La redditività di spagnolo titoli a dieci anni ha iniziato il mese circa il 7 per cento e il premio di rischio di 600 punti base toccato. Nell’ultima settimana di questo periodo, dopo aver abbassato gli interessi sulle obbligazioni al 6,2 per cento e il premio di 465 punti base a metà mese, rimbalzato al 6,9% e 555 unità rispettivamente. Questo mese si sono incontrati i dati negativi sugli sviluppi economici in Cina e in Europa, dove l’attività industriale è diminuita e il settore dei servizi. Negli Stati Uniti è stato rivisto al rialzo del PIL nel secondo trimestre da 1,5 a 1,7 per cento, ed erano conosciuti indicatori favorevoli nel settore dell’edilizia abitativa, in quanto il mercato del lavoro è stagnante. Catalunya Banc colpa per la situazione di operazioni immobiliari che hanno chiuso entro il 2008, l’anno in cui la gestione corrente ha rilevato l’azienda. La banca ha guadagnato un margine di interesse di € 280.500.000, il 29,3% in più rispetto allo stesso periodo del 2011, mentre il margine lordo si è attestato a 593,2 milioni, in diminuzione del 5,3%. Risultato della gestione operativa, che deve essere il risultato della gestione finanziaria, è stato 217,3 milioni, il 6% in più rispetto al giugno 2011. Questo risultato servito come argomento per l’entità per assicurare che “la lastra senza coinvolgere immobiliare ha bisogno di ulteriori svalutazioni immobiliari” operazioni ricorrenti de Catalunya Banc era stato positivo. Gli accantonamenti e ammortamenti di immobilizzazioni ammontano EBIT 1,074.9 milioni di euro in negativo. Il ritardo del l’entità continua a salire ed è ora al 12,73%. Il portafoglio crediti rimane a 53.430 milioni di euro in fondi di clienti 59.859.000 €. L’agenzia difende il valore del marchio e Catalunya Caixa impegno a mantenere la propria presenza sul mercato attraverso un processo di vendita, che ha mostrato interesse Santander, Sabadell, BBVA, il Kutxa e Popolare. Il direttore della scatola, tutto Adolf, ha sempre sostenuto che la vendita sarebbe meno costoso di liquidazione. Inoltre, con la creazione della ‘bad bank’, la direzione assicura che il potenziale acquirente della banca “sarà un business bancario potente e consolidato ha generato risultati positivi.”

 

 

 

 

La crisi peggiora suicidi in Italia

 

Domenica scorsa, un disoccupato di 48 anni bonzo è bruciato in un campo alla periferia di Torino, nel nord Italia . La polizia ha trovato il suo corpo accanto a una bottiglia di liquido infiammabile e detriti sul pavimento dove viveva da solo, una nota che descrive le ragioni del suo suicidio aveva perso il lavoro e non era riuscito a trovare un altro. Un caso simile avvenuto lo scorso 11 agosto a Roma, di fronte al Congresso dei Deputati nella capitale italiana. Poco dopo la mezzanotte, Angelo Di Carlo, un ex operaio di 54 anni che aveva perso il lavoro con liquido infiammabile è stata spruzzata, tirò fuori un accendino e si è dato fuoco. Anche se il carabinieri ha estinguere, Di Carlo non è sopravvissuto per le ferite riportate. E ‘morto la notte scorsa, otto giorni dopo essere stato ricoverato in ospedale a causa di ustioni presentano nel 85% del suo corpo. Di Carlo era vedovo ed era impegnato in una causa contro i suoi fratelli per l’eredità. Nel suo zaino c’erano due lettere, una al suo avvocato e un altro per suo figlio, che ha lasciato un’eredità di 160 euro. L’ondata di suicidi è aumentato in Italia negli ultimi mesi. Almeno 30 sono stati registrati finora quest’anno . La crisi economica scuote l’Europa – Italia in prima linea, a partire da tre anni fa, ha minato le basi economiche della vita di molte persone. In Italia, i suicidi presumibilmente legati a difficoltà economiche è aumentato del 52%, da 123 nel 2005 a 187 nel 2010, secondo la polizia (quando il suicidio dovrebbe essere registrata nel resoconto della motivazione presunta). Il fenomeno si manifesta maggiormente in primavera, lasciando il paese scioccato e costernato quando una lunga serie di imprenditori e disoccupati si sono suicidati. Molti lo hanno fatto in privato. Altri, invece, lo ha fatto per la strada dando il suo atto un accenno di protesta o di accusa contro le istituzioni. I giornali poi cominciò a parlare di “suicidio dalla crisi economica.” In alcune manifestazioni contro la riforma del lavoro approvato dal governo, è apparso shirt con il testo: “Fornero [il ministro del lavoro] killer”. La tensione era molto alta. Sindacati e associazioni di imprenditori, insolitamente uniti – ha chiesto maggiore attenzione e sensibilità in materia. In alcune città sono nati e consultazioni telefoniche per sostenere i lavoratori in difficoltà.

Il maggior numero di decessi si sono verificati in Veneto, la “locomotiva d’Italia”, la regione negli anni Novanta è stato il motore della crescita economica del Paese, in particolare da una rete diffusa di piccole imprese ostinati. Negli ultimi tre anni, si è suicidato 30 imprenditori per motivi legati al loro lavoro: cali degli ordini, la mancanza di credito da parte delle banche o di debito. In primavera il fenomeno è stato esteso ad altre parti d’Italia, in città come Catania (Sicilia) e Roma. Un operaio di 58 anni di costruzione vecchio aprì la litania triste delle morti a Bologna, nel nord dell’Iraq. Il 28 marzo, si chiuse nella sua auto nel parcheggio antistante l’ufficio delle imposte della tua città e ha preso fuoco. Quando il veicolo è in grado di rimuovere il 95% del suo corpo bruciato. Morì nove giorni dopo, in un letto d’ospedale. Le lettere che ha lasciato la moglie ha detto che non poteva sopportare il peso di un debito verso il Tesoro.

 

Aumento dell’IVA: il governo spagnolo spera di raccogliere altri 22.100 milioni entro il 2014

In secondo luogo, è l’ imposta sulle società che più aumento delle entrate con le misure approvate Venerdì. Il Governo ha approvato un anticipo di insediamenti, ha messo limiti all’uso dei crediti di imposta di dedurre le perdite di aziende che fatturati più di 20 milioni, ha generalizzato la limitazione della deduzione di spese e ha stabilito un nuovo prelievo 10% per certo reddito estero. Tutto sommato, spera di raccogliere ulteriori 2,585 milioni di quest’anno, e 2.450 milioni nel 2012 sia nel 2013. In totale, 7.490 milioni di euro. Tesoro dispone anche di grandi speranze per l’ abolizione della detrazione per l’alloggiamento e l’aumento delle imposte sul lavoro autonomo, dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, che passa dal 15% al 21%. Anche se in teoria, un aumento di ritenzione deve essere ignorato al momento della dichiarazione, il fatto è che, in pratica, il Tesoro dovrebbe comportare maggiori entrate. In effetti, le misure adottate figura Venerdì dal Consiglio dei ministri sulle entrate personali imposte sul reddito sono passate da 150 milioni di anni, da 1.930 milioni di euro per il prossimo e per il prossimo 2.040 milioni, per un totale di circa 4.110 milioni di euro. Con previsioni di tabacco da fiuto accise e ambientali sono più modesti. In effetti, prevede un calo delle entrate di 55 milioni di quest’anno e un incremento di 390 milioni in ciascuno dei prossimi due anni. In totale, 725 miliardi fino al 2014. Tra gli articoli approvati il Venerdì, il solo mezzo reddito più basso si riferisce a contributi previdenziali . Anche se quest’anno non prevedeva variazioni di rilievo, la riduzione sarà 1.150 milioni nel 2013 e 3.890 milioni nel 2014, secondo i conti della Giunta. Con quei 5.000 milioni di reddito più bassa, l’aumento delle tasse al netto, quindi, genererà circa 29.000 milioni di euro in tre anni, se le previsioni del governo.

Tagli alla disoccupazione, i funzionari e la dipendenza

Sul versante della spesa, la coltura principale è la sezione lavoro, che comprende i risparmi di sussidi di disoccupazione inferiori ai nuovi disoccupati dal settimo mese di raccolta e di altre misure come l’abolizione dei bonus. Il governo prevede di risparmiare 1.900 milioni di quest’anno, 5.810 milioni nel 2013 e 6.050 milioni nel 2014. Per quanto riguarda i dipendenti pubblici e dei servizi pubblici, i tagli sono concentrati in questo anno, che viene soppressa Natale pagare un extra (per recuperare sotto forma di previdenza a partire dal 2015). Inoltre, eliminato la maggior parte dei giorni di riposo e di adottare altre misure per ridurre la mobilità del pubblico impiego e ottenere maggiori risparmi. Account gestito dal governo che salverà 5.430 milioni nel resto dell’anno, 1.920 milioni nel 2012 e 1.870 milioni nel 2014. In totale, quindi, tagliare la spesa è 9.220 milioni di euro. Unità soffrono anche di drastici tagli del Governo provvisorio figura 3.020 milioni (160 quest’anno, 1.390 nel 2012 e 1.470 nel 2014). Tra le altre misure, è ridotto del 15% vantaggio per i caregivers familiari e prolungare il periodo di riconoscere il beneficio.

 

 

 

Il governo ha bollato come “fantasy” il riscatto di 750.000 milioni di euro per la Spagna e l’Italia

Montoro considerato “grande” per la Spagna contro il piano di salvataggio come ha sottolineato Rajoy e garantisce che nessuna istituzione può intraprendere un’operazione di questo tipo. Il governo e la CE è uscito delle informazioni raccolte dalla stampa britannica a suggerire che l’Europa può essere la preparazione di un salvataggio un riscatto di 750.000 milioni di euro per la Spagna e l’Italia . Il ministro delle finanze, Cristobal Montoro , ha detto che i giornali pubblicato dal Daily Telegraph come una ” fantasia “, mentre il portavoce economico della CE, Amadeu Altafaj, ha detto che” non ci sono negoziati su questo “durante il vertice riunione del G20 a Los Cabos (Messico), confutando così le informazioni pubblicate nel Regno Unito. Sebbene Noi Altafaj ha voluto qualificare l’informazione Montoro, ha avvertito che “abbiamo visto sulla stampa nella stampa di un singolo Stato membro e non altri, a proposito.” Nel frattempo, Montoro ha detto che nessuna istituzione può effettuare una simile operazione. Ha evitato di menzionare il salvataggio parola e ha detto ai giornalisti che dicono “tutto quello che vuoi”, ma ha dichiarato che “fantastico” in Spagna. Uscendo dalla Camera e anche ai giornalisti, Montoro ha rivendicato le istituzioni europee di riconoscere gli sforzi compiuti dal governo spagnolo per porre fine alla crisi e ha giustificato la difesa spagnola della moneta unica dagli attacchi della stampa anglosassone . Inoltre ha sottolineato la necessità di sviluppare le istituzioni europee. Montoro ha stabilito, per il momento, l’aumento di una tassa come l’IVA in quanto è una tassa imposta sul consumo e ha lasciato intendere che è l’unica soluzione e che, al momento, non ciò che ha bisogno lo Stato spagnolo.

Ha rimosso il ferro alla critica delle contraddizioni con il Ministro delle Finanze su questo tema dicendo che “è sbagliato pensare diverso”. Leader europei stanno finalizzando un accordo per fornire assistenza finanziaria, pari a circa 750.000 milioni di euro per la Spagna e l’Italia attraverso i fondi disponibili nel Fondo europeo per la stabilità finanziaria ( EFSF ) e il meccanismo di stabilità europeo ( Mede ), che sarebbe stato utilizzato per l’acquisto di debito sovrano, riporta il quotidiano britannico The Telegraph . Infatti, il comunicato del G-20 summit tenutosi il Lunedi e Martedì nella città messicana di Los Cabos ha osservato che i leader dell’UE hanno accettato di adottare misure per ridurre i costi di finanziamento. In particolare, il piano dovrebbe utilizzare il 500.000 milioni di euro disponibili dal meccanismo di stabilità europeo (Mede) e circa 250.000 milioni di residuo del Fondo europeo di stabilità finanziaria (EFSF) per l’acquisizione di debito sovrano di questi paesi. In precedenza, il denaro di questi meccanismi, finanziato dai paesi membri della zona euro, è stato utilizzato per salvare piccoli paesi come Grecia, Irlanda e Portogallo, i cui governi hanno ricevuto fondi direttamente, a condizione che soddisfino severi programmi di aggiustamento. “Tuttavia, in questo nuovo piano, i fondi dovrebbero andare direttamente ai governi, ma che verrebbe utilizzato per acquistare mercati del debito”, ha detto il quotidiano britannico, il quale osserva che, in tal modo, avrebbe ripreso il lavoro avviato dal Banca centrale europea ( BCE ), che ha contribuito più di 210.000 milioni di euro per comprare titoli sovrani dei paesi della zona euro, ma che è già di 14 settimane senza fare acquisti. Questa proposta rappresenta un cambiamento sostanziale nella posizione del cancelliere tedesco Angela Merkel, al fine di inviare i mercati finanziari un messaggio forte che il ‘treno europeo’ è pronta ad aiutare i membri più vulnerabili della zona euro.

 

 

UE serra i ranghi con l’azione contro il deficit spagnolo (2°parte)

Gli analisti suggeriscono che in Spagna può succedere qualcosa di simile: Data la posizione debitoria relativamente favorevole della Spagna, Deutsche Bank ha detto oggi che un drastico aggiustamento fiscale non dovrebbe essere la prima priorità del governo. “Aspetta (per una regolazione più dura fiscale) fino al recupero in grado di risolvere nel 2013 può essere più utile per lo spagnolo finanze pubbliche a lungo termine”, la prima banca tedesca. Le reazioni a Bruxelles navigare tra ambiguità e la paura che con la Spagna di nuovo nei mercati target emanare una ricaduta nella crisi dell’euro. Il commissario agli Affari economici e monetari la scorsa notte si limita a rilevare che la Spagna “deve fare di più lavoro”, ma non disse una parola che la flessibilità minima permette l’Eurogruppo (5,3% vs 4,4% concordato che potrebbe aprire la porta ad altri paesi) o sulla possibilità che la Spagna ha bisogno di margine di poco più in vista della recessione incombente.

Il ministro delle finanze lussemburghese Luc Frieden, questa mattina è stato più esplicito: la Spagna affronta un “problema enorme” di dover tagliare il deficit in due anni di 8,5% del PIL al 3% del PIL, un po ‘ 55.000 milioni di euro, che ha quasi nessun altro paese. “Questo è un enorme buco per scendere al 3% in soli due anni. Ma i ministri dell’area dell’euro ritengono che ciò che aveva progettato di tagliare la Spagna quest’anno non è sufficiente “, ha detto. Le poche voci sono state ascoltate questa mattina all’ingresso dei ministri delle finanze della riunione Ecofin sono in linea ad applaudire l’Eurogruppo per il rispetto delle regole per la Spagna. Anders Borg, ministro svedese, ha detto che “è molto importante che quando si vedono segnali di stabilizzazione non vi è nulla per danneggiare la credibilità. E ‘molto importante per la Spagna per raggiungere gli obiettivi del 2013 “. Il suo omologo austriaco, Maria Fekter, ha paragonato la situazione in Spagna con quello d’Ungheria, che affronta il congelamento degli aiuti pari a 500 milioni di euro per non aver fatto abbastanza in termini di taglio del deficit. “Dovremmo trattare tutti i paesi allo stesso modo”, ha detto Fekter, in relazione alle denunce di piccoli paesi un trattamento più favorevole ricevuto da parte dei paesi più importanti.  Nel Parlamento, Presidente della Europeoa Commissione, Jose Manuel Durao Barroso, ha sostenuto con forza che non esiste uno standard doppio per trattare i casi di Ungheria e Spagna. A sostegno di questa affermazione, ha ricordato che l’Ungheria ha violato i propri impegni, e quindi la pena, mentre la Spagna resta impegnata a raggiungere il 3% nel 2013 e mantiene un forte impegno per piani di aggiustamento. Questo è il discorso: ranghi stretti con austerità. Il ministro francese, Francois Baroin, che era forse più chiaramente espressa nelle prime ore del mattino: “Ciò che è vero per la Spagna ad altri. Siamo sulla buona strada per ripristinare la fiducia nella zona euro. Dobbiamo attuare le necessarie misure di protezione, taglio del deficit. Nessuno può prendere le distanze in questo necessario processo di risanamento del bilancio “, ha detto Baroin. E ‘stato ipotizzato che la Francia sarebbe un alleato della Spagna in questo rilassamento necessario degli obiettivi di disavanzo. Tutte le indicazioni sono che Parigi, per impostazione predefinita a superare i vostri obiettivi nel 2011. Ma questa è un’altra storia.

Fonte: http://elpais.com

L’ U.E. serra i ranghi con l’azione contro il deficit spagnolo

Barroso nega che ci sia un doppio standard per trattare i casi di infrazione l’Ungheria e la Spagna. Il caso spagnolo potrebbe essere il primo di una serie, come altri paesi non hanno ancora i dati. L’UE ha preso 10 giorni per aver violato il trattato di austerità. Spagna ha firmato il trattato per 10 giorni e 15 minuti dopo il primo ministro, Mariano Rajoy, Bruxelles ha lanciato una sfida fare appello alla “sovranità nazionale” per violare l’obiettivo di disavanzo per il 2012. Rajoy ha annunciato che il nuovo obiettivo sarà il 5,8% del PIL. E ci sono voluti quegli stessi dieci giorni di tempo per rimediare: i partner dell’area euro ha spinto la Spagna di effettuare una rettifica importante (5,3%), anche se questa cifra è il momento di infrangere le regole.

Bruxelles è tra l’incudine e il martello: da un lato, la Commissione deve dare un messaggio di credibilità e continuano a chiedere tagli e in secondo luogo, accettato dalla porta sul retro che alcuni paesi non in grado di soddisfarli, e la Spagna è solo il primo l’elenco come le cifre del disavanzo non hanno ancora segnalato in altre capitali europee. Il ministro dell’Economia, Luis de Guindos, ha certificato questa mattina che la Spagna rispetto: “La Spagna è assolutamente impegnata nel risanamento dei conti pubblici è assolutamente impegnata a intraprendere riforme strutturali e, naturalmente, da quel punto di vista, questa raccomandazione sarà accettata da il governo spagnolo “, ha assicurato il ministro al momento dell’arrivo in occasione della riunione dei ministri delle finanze dell’UE (Ecofin).
Spagna ha chiesto po ‘di spazio per abbassare il deficit, sempre con l’obiettivo del 3% per il 2013, come non negoziabile. Alla fine, il percorso sarà più difficile di quanto egli intendeva Rajoy: dal 8,5% dello scorso anno passerà nel 2012 al 5,3%, il che implica tagli per 35.000 milioni (di cui già hanno attuato misure importo di 15.000 milioni di euro). Che lascerà più disoccupazione e un’economia in profondità nel territorio recessione. Con queste coordinate cattivi economiche, l’impostazione del 2013 sarà ancora più difficile: nel bel mezzo di una profonda recessione, l’anno prossimo ci sarà un adeguamento supplementare di 25.000 milioni di euro, dove la Spagna risponde agli obiettivi nel 2012 (cosa che la maggior parte Gli analisti escludere completamente). Un dibattito aperto in Europa è quello di verificare se la Spagna (e un margine più alto sulla riduzione del deficit) sarà un’eccezione, o il primo esempio di un rilassamento che può assumere molti altri paesi. In essi, incontro non sarà facile, sia a causa delle difficoltà di applicazione le forbici come la situazione economica peggiore di quanto si pensasse. Anche Berlino si salva dalla combustione: la Germania è in violazione dei suoi piani per tagliare. L’Istituto Economia di Colonia ha detto che il governo Merkel ha lanciato solo il 41% del taglio dei costi intrapresa nel 2011, e quest’anno ancora una volta fallire miseramente, riporta Der Spiegel . Questo taglio, dal 8,5% al 3% in due anni, è simile per l’UE ha costretto i paesi per salvare la Grecia, l’Irlanda e il Portogallo. Almeno in Grecia e Portogallo, che lascia una recessione profonda che durerà anni.

Fonte: http://elpais.com

Grecia e l’area dell’euro ha raggiunto una tregua temporanea per il salvataggio secondo

prestito_crisi_economica_Grecia_germania_europa

Grecia e l’euro hanno guadagnato tempo. Finora, ha evitato il temuto fallimento incontrollato governo di Atene e / o l’abbandono dell’euro. Il progetto della moneta unica ha nuovamente raggiunto una tregua temporanea. Dopo una notte di intensi negoziati, in particolare con finanziatori privati, ministri delle finanze della zona euro, le banche e il governo greco ha raggiunto un ampio accordo per stabilizzare l’economia. La Grecia riceverà un nuovo pacchetto di aiuti in un programma soggetto a condizioni estremamente rigorose la cui esecuzione è controllato dalla presenza permanente di un gruppo di funzionari della Commissione sul terreno di aumentare e sarà supportato da esperti degli Stati membri secondo il Vice Presidente della Commissione e responsabile degli Affari economici e monetari, Olli Rehn. La Grecia deve prendere una perdita di sovranità nel bilancio. Il denaro degli aiuti europei saranno versati in un conto vincolato da dedicare in via prioritaria per il pagamento del debito, che impedirà le altre applicazioni servono come il pagamento degli stipendi o pensioni. È inoltre necessario assegnare una priorità per pagare il debito i proventi delle entrate fiscali. Il presidente dell’Eurogruppo, Jean Claude Juncker, il piano di salvezza della Grecia è quello di “garantire” il mantenimento all’interno della zona euro. monete genericoPer il primo ministro italiano, Mario Monti, l’accordo “è un risultato importante che elimina il rischio immediato di contagio”. Gli elementi principali del patto sono i seguenti: un pacchetto di aiuti secondo un volume complessivo di 130.000 milioni di euro in nuovi prestiti, in aggiunta al pacchetto prima volta nel maggio 2010 da 110.000 milioni (di cui sono stati concessi 70%); una rassegnazione “volontaria” della banca al 53,5% del valore nominale delle obbligazioni greche in suo possesso, che rappresenta una riduzione del debito di 107.000 milioni di euro e contributo del settore pubblico di 3.200 milioni di euro. Di questi, 1.400 milioni dalla riduzione dei tassi di interesse sui prestiti concessi retroattivamente finora dagli Stati membri. Il resto, 1.800 milioni, provengono da le dimissioni degli utili realizzati dalla Banca centrale europea (BCE) e le banche centrali nazionali degli acquisti di titoli di Stato greci a prezzi bassi e che saranno venduti al loro valore nominale. Dei 130.000 milioni di euro, la Spagna contribuiscono per circa 14.000 milioni, poco meno del 12%. Gli elementi principali di questo pacchetto saranno utilizzati per realizzare lo swap bond concordato con la banca (30.000 milioni), la ricapitalizzazione delle banche greche (30.000 milioni) e 35.000 milioni di euro per la sostituzione di vecchi legami a breve termine per gli altri nuovi termini fino a 30 anni e meno interesse. Risorse per stimolare la crescita e l’occupazione sarà difficile da notare. L’eventuale partecipazione del Fondo monetario internazionale (FMI), che nel piano di salvataggio prima di 30.000 milioni di euro promessi, deve ancora decidere in merito alla direzione dell’istituto. L’UE ritiene che questo accordo su un secondo bail-out è molto più conveniente rispetto ai tentativi falliti nei mesi di luglio, ottobre e dicembre dello scorso anno. Credo perché il recentemente adottato si basa su previsioni più realistiche e ha più margine di protezione contro eventuali inadempimenti. Come esempio di questa maggiore realismo si nota che il piano di privatizzazione di beni pubblici greci 50.000 milioni di euro, grazie al programma precedente è stato abbassato a 19.000 milioni di euro.

Fonte: http://economia.elpais.com

Crisi di governo in Grecia a causa di disaccordi con i tagli

prestito_crisi_economica_Grecia_germania_europa

Diversi membri del governo ellenico ha presentato le sue dimissioni dalle dure condizioni del salvataggio

Almeno 25 deputati socialisti e di una dozzina di voto conservatore contro l’accordo

Papademus dice che il paese è in “un momento di responsabilità storica”.

Nuova crisi di governo in Grecia. Un ministro, cinque vice-ministri, un vice e una democrazia anziano partito conservatore Nuova (ND), si sono dimessi in Grecia per esprimere la loro opposizione alle dure condizioni collegate al nuovo pacchetto di salvataggio che la Grecia ha bisogno per evitare il fallimento, secondo segnalato questo pomeriggio la televisione pubblica greca. Secondo NET stato broadcaster ci sono almeno 25 deputati socialisti e una dozzina di deputati conservatori che hanno annunciato che voteranno contro l’accordo. Il primo ministro greco, Lucas Papademos, ha avvertito del rischio di “caos controllo ” senza un accordo sul debito del paese che pone la Grecia in un “momento di responsabilità storica “. grecia” Un fallimento incontrollato tuffo il paese in un’avventura disastrosa “e creare “le condizioni di caos economico e di esplosione sociale “, ha detto la coalizione primo governo greco , dopo una riunione di gabinetto . Egli dice che il paese è in “un momento di responsabilità storica “.

Un ministro, cinque viceministri, un deputato e un anziano Nuova Democrazia si sono dimessi, secondo la televisione pubblica greca Lucas Papademos, ha sostenuto che il fallimento del suo paese “non è un’opzione” per quello che il suo governo, che deve affrontare numerose defezioni, farà “tutto il possibile” per approvare l’accordo raggiunto con la “troika” per continuare a ricevere internazionale aiuti finanziari. “Non possiamo mandare in bancarotta il paese. Il nuovo programma di salvataggio è necessario per lo svolgimento degli sforzi che ha avuto inizio due anni fa per ripristinare la competitività dell’economia greca e di consolidare i loro conti”, ha detto il exbanquero, che guida un esecutivo di unità nazionale.

Il ministro dei Trasporti Makis Voridis, e vice-ministri della marina mercantile, Asterios Rontulis, Agricoltura, Adonis Yeoryiadis, e della Difesa Yeoryios Yeoryiu, quattro partito di destra LAOS, oltre al Vice Ministro degli Esteri Xaenoyannakopulu Marilisa, il Pasok socialista, sono coloro che, per ora, ha presentato oggi le sue dimissioni.

Nel primo dei due giorni di sciopero generale in Grecia, dove migliaia di greci sono scesi in piazza , Georgios Karatzaferis, presidente della concentrazione popolare ortodosso (Laos), un partito di estrema destra, ha detto Venerdì non può sostenere con il vostro voto su un accordo che avrebbe permesso alla Grecia di ricevere il secondo pacchetto di salvataggio. Secondo Athens News Agency, i ministri del Laos, il più piccolo dei tre partiti che compongono l’esecutivo, anche le dimissioni e sono in attesa di Papademos detto che se lo accetti o no. Tenuto conto di questa perdita di sostegno, Panos Belitis, portavoce del PASOK, ha rilasciato una dichiarazione che ha chiamato sul parlamentari per sostenere il pacchetto di salvataggio. “Nei voti cruciali parlamentari a venire, l’interesse nazionale richiede un atteggiamento responsabile e il voto favorevole di tutti i deputati al paese per superare la crisi in modo sicuro”, ha detto.

Karatzaferis del Laos, ha spiegato in una conferenza stampa che il suo partito non può sostenere in Parlamento il pacchetto di salvataggio, che comporta profondi tagli a salari, pensioni e posti di lavoro. “Ho spiegato agli altri leader politici che non posso votare a favore di questo accordo di prestito”, ha detto. “Abbiamo portato via la nostra dignità, siamo stati umiliati. Non posso accettare, io non lo permetterò”, ha aggiunto. LAOS occupa 15 dei 300 seggi in Parlamento, il che significa che il loro supporto non è necessario approvare l’accordo sul pacchetto di salvataggio, del valore di 130.000 milioni di euro. La votazione si svolgerà, possibilmente Domenica o Lunedi.

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti: