s
Cerca:

Saperne di più. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Saperne di più’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Saperne di più. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Proprietari di piccole imprese perderanno le loro case raccomandati dal settore bancario (3°parte)

 

 

Questo dovrebbe essere coerente con l’attività, il business plan e la crescita della società. Dalla rinegoziazione del debito PIMEC è considerato un problema molto serio e che le aziende facendo bene e un buon business plan sono caduti nella trappola di fornire garanzie personali per tutte le altre entità stanno andando a chiedere su. Ci sono risorse alternative come Enisa, ente pubblico dello Stato fa prestiti: fornisce la stessa quantità di erogare l’azienda. L’Istituto Catalano delle Finanze fornisce prestiti per il partner a contribuire come aumento di capitale. La garanzia del governo fa ottenere un ulteriore prestito da banche private. Una piccola pausa quando tutte le porte sembrano aver chiuso per le PMI. Nel caso di Jose Miguel Garcia Garcia, Cordoba, ai suoi debiti e la crisi è stata aggravata dalla delinquenza. Per Antoni Cañete, portavoce della piattaforma multisettoriale contro la delinquenza “uno in tre aziende che hanno chiuso lo hanno fatto direttamente o indirettamente, per eventuali ritardi.” 99,8% delle imprese spagnole sono le PMI rappresentano il 70% del PIL e il 75% dell’occupazione, ma sono a sandwich tra la mancanza di finanziamenti, debiti e insolvenze Amministrazione e grandi aziende. Essi hanno consigliato oltre 5.000 aziende dal 2008 e molti degli imprenditori si sono gravati di fornire garanzie personali come la vostra casa per salvare la sua azienda. “Le aziende si stanno seriamente danneggiare le relazioni con il banco”, spiega. Su un lato del tavolo, un datore di lavoro non può essere in grado di aumentare il business plan o vendere. Lui non mente quando gli viene chiesto di benedire la sua casa e la nave-prezzo e retasadas numerata un milione di euro, in crescita di un credito a 15 anni.

Quando era in grado di continuare a pagare una tassa che era di circa 2.000 euro al mese la casa è stata pagata oltre un quarto del valore della nave e ha avuto valutazioni non retribuiti per meno di 30.000 euro. La casella di corse sia i beni senza alternative. Ed è recuperato. Nel secondo caso e la stessa posizione, il costruttore è venuto promotore reinvestire tutto il capitale generato in un quarto di secolo ed è cresciuto a 200 dipendenti e tutti gli attuali sui pagamenti. Fine lavoro di morti e senzatetto. Il notaio José Ignacio Navas Olóriz ha spiegato che il nostro Codice di Commercio del XIX secolo, di proprietà di legame dell’occupante di comprendere il trade-commerce in generale come attività economica, e quelle acquisite, in attività mercantile. Ma è anche soggetta a questa responsabilità di proprietà del coniuge a condizione che nessun mercante marito o la moglie di prendere l’economia con le loro conoscenze e senza la loro opposizione esplicita. “Il marito o la moglie può esprimere opposizione esplicita davanti a un notaio. E ‘essenziale che la separazione dei beni concordato e rafforzare l’opposizione per l’esercizio di attività economica (che potrebbe essere un promotore, per esempio),” dice. Il costo di entrambe le Scritture circa 100 euro. E permette di salvaguardare la tenuta di famiglia. Navas Olóriz stima che in Spagna ci dovrebbero essere solo due o tre dozzine di persone hanno prestato attenzione a quella legge e fatto l’opposizione sopra espresso.

 

 

 

 

Monti ha minacciato di dimettersi per forzare Merkel

E poi succede il fatto: Italia e Spagna supercumbre blocco di euro per alcune ore in assenza di un’azione urgente per calmare i mercati e avviare un genuino discussione, con qualche contrappunto drammatico, e un regista che non non è né la lady di ferro europea, il cancelliere Angela Merkel , né la nuova figura sulla scena politica continentale, francese, François Hollande , non lo spagnolo Mariano Rajoy lontano dal leader della comunità. “E ‘stato uno spettacolo completo di Mario Monti”, spiega nelle vicinanze del Consiglio europeo, un diplomatico di un paese mediterraneo. “Monti minacciato con qualcos’altro. ‘Mi dimetto’, ha continuato a dire in un momento della notte. Ci fu qualche ricatto, qualche bluff. Come al solito, il vertice è stato meno drammatico di quello che è trapelato, ma ci sono stati momenti di tensione “, dice un leader della comunità al più alto livello. Con Monti nel ruolo di direttore d’orchestra , l’Europa fece un passo in avanti ieri. Cominciò a riprogettare l’edificio istituzionale dell’euro nel lungo periodo, le misure per la crescita (un po ‘timidi per la severità della recessione nel Sud), con una tabella di marcia piena di paroloni (Union Bank, unione fiscale, l’unione politica ), ma anche, in ultima analisi, attraverso azioni urgenti per la situazione infernale nei mercati, che per settimane è stato determinato a camminare sul bordo del crollo finanziario di Madrid e Roma per rendere l’euro l’epicentro di una crisi esistenziale.

Verso le tre del mattino sbloccare la situazione in un incontro bilaterale tra Monti e la Merkel, secondo le fonti. In precedenza, i partner europei erano stati costruire un accordo in seno al G-20 a Los Cabos (Messico), e poi due incontri a Roma e Parigi, che aveva praticamente delineato le misure. Arrivando a Bruxelles, e avviare il summit, tuttavia, “tutto era diventato lettera morta,” fonti sottolineato Moncloa. Dal momento che la foto di famiglia, Monti e Rajoy ha deciso di camminare sui muri e bloccando l’accordo per stimolare la crescita di 120.000 milioni di euro. parlato con Hollande (il padre di questa idea, che è in contrasto con l’austerità tedesca dogmatismo la lettera) e ottenuto il sostegno della Francia. “Da lì ha sviluppato la lotta tra Spagna e Italia, con l’aiuto di Francia e Germania, che aveva l’appoggio della Finlandia e un soffio d’Olanda,” un diplomatico europeo. Per l’alta fonte europea ha detto, “alla fine ci sono state sorprese grandi e ricordò quello che aveva parlato di ricapitalizzazione diretta di banche e il rilassamento dei fondi di salvataggio per acquistare obbligazioni a condizioni. In ogni caso, la corsa può essere più chiara è la situazione per le banche spagnole e irlandesi , ma per l’acquisto di obbligazioni non vanno, per quanto avrei voluto Monti: ci saranno le condizioni e il controllo della Commissione e della BCE per coloro che necessitano di questo provvedimento. ” L’accordo è stato accolto molto positivamente dai mercati Lo stock è aumentato notevolmente : il mercato spagnolo salito del 5,7%, i tassi di interesse e il debito è sceso in maniera significativa al 6,3% nel caso del legame 10 anni.

 

 

Bce e le possibili politiche per stimolare la domanda (2°parte)

 

Un’opera di riferimento in questo senso viene rilasciato dal McKinsey Global Institute ( debito e riduzione della leva finanziaria: il progresso irregolare sul sentiero della crescita , gennaio 2012). Un conto del lungo processo di disinvestimento nelle economie più avanzate. La digestione degli eccessi del debito dipende dalla qualità delle attività che li supportano e, soprattutto, la crescita delle economie in cui le attività e l’attività della banca. Degli Stati Uniti è il più avanzato nel processo di deleveraging, entrambe le famiglie e le imprese. Lo spagnolo è tra le economie in cui sono ridotti gli indici di indebitamento privato più lentamente. Essa è inoltre coerente con la crescita più lenta del reddito disponibile lordo delle famiglie, l’impatto più grave sull’occupazione e la peggiore performance delle imprese con le registrazioni di grande impatto recessivo, in ultima analisi. In assenza di stimolo alla domanda, la digestione sarà lenta e complessa. L’esperienza giapponese in questo senso è molto importante oggi per alcune economie della zona euro. Le proiezioni di continuità della recessione in atto in alcun modo favorire la rottura di quella cornice più sfavorevole rispetto ai più vicini In Spagna il livello di indebitamento aziendale è significativamente superiore alla media, come illustrato in un buon lavoro di ricerca di La Caixa da Oriol Aspachs di Bracons, Sandra Jodar-Rosell e Jordi Gual ( prospettive di deleveraging in Spagna , dicembre 2011) e in altre analisi della più recente bollettino mensile dell’ente. Gli indicatori per valutare il grado di indebitamento delle società spagnole, è il debito al margine operativo lordo (capacità di ripagare il debito con il reddito prodotto) o l’onere finanziario sul risultato (in percentuale del risultato assegnato a pagare interessi sui debiti), più che il rapporto tra debito e attività totali, quelli con una media significativamente al di sopra della zona euro. Si tratta, in definitiva, insufficiente rendimento sui beni di imprese che contribuisce ulteriormente al strangolamento finanziario. E il fallimento delle performance aziendali dipendono in primo luogo sulla debolezza della domanda. Previsioni di continuità della recessione in atto in alcun modo favorire la modifica di tale quadro più negativo della maggior parte dei vicini. In confronto con altre imprese europee al di là della posizione settoriale del debito, degno di nota è la conclusione che essi sono quelli la cui dimensione massima presentano un più elevato grado di leva finanziaria, se confrontato con i loro omologhi europei in industrie simili. Altri lavori in questo senso è l’ultimo Global Financial Stability Report (GFSR) FMI, con uno dei suoi principali centri a rischio dal processo di deleveraging delle banche. Le sue considerazioni sono di particolare importanza nel caso della zona euro, data la posizione dominante delle banche nel plasmare i sistemi finanziari nazionali. E ‘anche in questa regione che si trovano ora le principali minacce alla stabilità finanziaria globale. Le pressioni sulle banche della zona euro non derivano solo dal domande che sono sotto il rischio sovrano, ma l’assenza di crescita economica. Insufficiente possibilità di ripresa dell’attività aggravare i requisiti per rinegoziare le scadenze del debito delle banche e le esigenze della costruzione di proprie risorse. Il risultato si sta assottigliando, riducendo le dimensioni dei loro bilanci, insomma. Non solo fare in fretta non è buona nel processo di selezione tenuti a vendere i beni, ma esercita effetti depressivi sulla crescita economica stessa.

 


 
 

Bce e le possibili politiche per stimolare la domanda

Facilitare la digestione richiede che la BCE e la Commissione europea ad adottare politiche per stimolare la domanda. In principio era il debito. L’innesco di questa crisi, lo ricordiamo, è stata l’esplosione di una bolla del credito. Il credito in eccesso, l’aumento dei prezzi delle attività più utilizzate come garanzie di qualità e insufficiente della gestione e supervisione di Bill rischi passò prima negli Stati Uniti e presto la zona euro. I mercati all’ingrosso dove le banche di catturare parte del suo debito è crollato. Un vero e proprio credit crunch, certo. Metastasi nelle economie, tra diversi settori e imprese, è stata rapida quanto la diffusione tra i sistemi bancari dei paesi avanzati. L’euro-zona, con un grosso peso nei loro sistemi finanziari, pagare di più impatto. E all’interno di questi, quelli con il più alto livello di indebitamento dei suoi agenti. Quella di Spagna è uno di loro.di credito e l’aumento dei prezzi delle attività più utilizzate come garanzie di qualità e insufficiente della gestione e supervisione dei rischi ha preso il suo pedaggio, prima in America e presto la zona euro. I mercati all’ingrosso dove le banche di catturare parte del suo debito è crollato. Un vero e proprio credit crunch, certo.

Metastasi nelle economie, tra diversi settori e imprese, è stata rapida quanto la diffusione tra i sistemi bancari dei paesi avanzati. L’euro-zona, con un grosso peso nei loro sistemi finanziari, pagare di più impatto. E all’interno di questi, quelli con il più alto livello di indebitamento dei suoi agenti. Quella di Spagna è uno di loro. Ora, verso il quinto anniversario di tale infezione, l’elevato indebitamento rimane un grave ostacolo alla ripresa della crescita economica. Molto più nella zona euro che negli Stati Uniti, l’epicentro della crisi. In Spagna, l’importanza relativa del debito privato, famiglie e imprese, è superiore rispetto alla maggior parte della zona euro. La stragrande maggioranza di questi debiti ha la sua controparte in attività bancarie. La diffusione del rapporto del FMI sul sistema spagnolo finanziario ( Financial Sector Assessment, Conclusioni preliminari ), il progresso permettendo, mette in evidenza il problema che richiede ancora l’esistenza di beni danneggiati da una misura considerevole, superiore in ogni caso l’aumento di disposizioni che ha segnato il RDL 2/2012. E suggerisce di finanziamenti pubblici di sostegno per la ricapitalizzazione necessaria. Sia la detenzione di attività in difficoltà sul bilancio delle banche, o spostandole alle sue ordinate strumenti tortuose esterni equivalenti a una bad bank è una cosa che le autorità spagnole devono decidere al più presto. L’affermazione non sarebbe altro che “preservare la stabilità finanziaria ed evitare eccessivo indebitamento”, per citare la relazione stessa. Si tratta di ulteriori debiti delle società, non solo quelli impegnati in edilizia residenziale e sviluppo immobiliare, che stanno limitando la manovrabilità delle banche e la stabilità finanziaria nel suo complesso. Il ritmo della riduzione del debito privato, che sarà quindi uno dei segnali vicini al superamento della crisi. Finora il deleveraging è ancora molto irregolare, sostenendo verifica empirica che le economie con maggiore indebitamento privato, impiegano più tempo per superare una crisi di origine finanziaria.

 

 

Il progetto che viene eseguito su Bruxelles le raccomandazioni per la Spagna

 

 

Attuare la strategia di bilancio come previsto , a presentare specifiche e dettagliate pluriennali misure volte a sostenere gli obiettivi di bilancio per il 2013 e gli anni successivi e garantire il raggiungimento degli obiettivi di disavanzo a tutti i livelli di governo. Ciò comprende misure aggiuntive nelle regioni in linea con i piani approvati e impostazione rigorosa applicazione delle nuove disposizioni della legge di stabilità per la trasparenza e il controllo del bilancio. A partire dal 2013, garantire una struttura adeguata in grado di assicurare fanno sufficienti progressi per raggiungere gli obiettivi di disavanzo a medio termine, compreso il rispetto del tetto di spesa. Istituire un’istituzione indipendente fiscale che fornisce analisi, consulenza e controllo politica fiscale. Si dovrebbe anche valutare l’impatto sul bilancio della legislazione proposta. [Qualsiasi paesi specifici sarà riesaminata in termini di se concedere un ulteriore anno per correggere il disavanzo eccessivo].

Accelerare l’innalzamento dell’età pensionabile e introdurre fattori di sostenibilità di cui alla recente riforma delle pensioni e sostenere la Strategia Globale per l’occupazione dei lavoratori più anziani con misure specifiche per sviluppare la formazione a dilatarsi nel tempo e migliorare la del lavoro e promuovere la reintegrazione di questo gruppo nel mercato del lavoro. Implementare un sistema fiscale coerente con gli sforzi di consolidamento fiscale e la crescita ulteriore impulso, tra cui una deviazione di imposte sul lavoro alle imposte di consumo e l’ambiente. In particolare, dirigere il basso rapporto del reddito fiscale per espandere le loro basi imponibili .

 

Assicurarsi che riduce la diversione dei fiscale favorisce famiglie indebitate e che possiedono una casa (al contrario di inquilini). Avviare la riforma del settore finanziario , in particolare attraverso l’individuazione e la situazione dei instittuciones ancora deboli, promuovere una strategia globale per affrontare efficacemente le attività nei bilanci bancari. Inoltre devono adottare una posizione nel finanziamento e l’uso degli aiuti in panchina. Attuare le riforme nel mercato del lavoro e di adottare ulteriori misure per aumentare l’efficacia delle politiche del lavoro, aumentando i loro obiettivi, promuovere la formazione e servizi di consulenza in materia di occupazione, rafforzare i legami con le politiche passive e aumentare il coordinamento tra servizi per l’impiego nazionali e le comunità autonome , tra cui la condivisione di informazioni sulle offerte di lavoro. Attuare il Piano di Azione Giovani, in contreto in materia di qualità del mercato del lavoro e l’importanza della formazione professionale e all’istruzione, e promuovere gli sforzi per ridurre l’insuccesso scolastico e aumentare la partecipazione all’istruzione e formazione professionale attraverso misure di prevenzione, di intervento e di compensazione. Adottare misure concrete per ridurre la povertà attraverso il sostegno dei bambini più efficaci e favorendo l’occupabilità dei gruppi vulnerabili. Adottare ulteriori misure per liberalizzare i servizi professionali , tra cui le professioni regolamentate, ridurre i ritardi nell’ottenere le licenze commerciali ed eliminare gli ostacoli alle attività commerciali provenienti da normative statali molteplici sovrapposizioni e diverso. Gas completo e le interconnessioni elettriche con i paesi vicini e risolvere il deficit tariffa elettrica in modo completo. In particolare, migliorare l’efficienza dei costi dell’approvvigionamento di energia elettrica.

 

 

 

 

Il premio per il rischio rimbalzato ad un nuovo livello, nonostante i messaggi da Bruxelles (2°parte)

 

 

Per ripristinare il Financial Times , citando fonti ufficiali in Europa, la BCE rigetta piano “categoricamente” il governo in base al quale, invece di capitalizzare la banca nazionalizzata in contanti, si inietterà nuovi titoli di debito che l’ente potrebbe usare poi come garanzie in operazioni di finanziamento con la Banca centrale europea (BCE), che sarebbe la fonte europea, l’ultimo fornitore di liquidità ha bisogno di Bankia. La BCE ha detto che “contrariamente alle informazioni pubblicate oggi, la BCE è stato consultato e non ha espresso una posizione del governo spagnolo prevede di ricapitalizzare una grande banca spagnola [riferendosi alla Bankia]. La BCE è pronta fornire consulenza sullo sviluppo di questi piani “, secondo un messaggio di Twitter. La BCE, invece, ha confermato la stessa nota “Va osservato, tuttavia, che i fondi necessari per garantire che le banche requisiti patrimoniali non possono essere fornite dall’Eurosistema.” Questa seconda parte è stata la scala conferma che la BCE rigetta l’idea del governo, se una decisione, un piano in atto o di uno studio alternativo. La BCE, invece, ha detto dopo che era una versione errata del comunicato stampa e soppresso il secondo comma che era indicativa della posizione spagnola. Tale piano è stato pubblicato da El Pais di Domenica, e poi ammesso fonti governative, con sfumature diverse, che hanno lavorato con l’idea di media internazionali, le principali agenzie giornalistiche finanziarie e le agenzie spagnole. Ora, secondo fonti europee citate dal Financial Times, la BCE è stato inviato in Spagna per Bankia ha bisogno di una vera e propria iniezione di capitali e la possibilità di un finanziamento indiretto non può soddisfare gli standard dell’Unione europea di non permettere “finanziamento monetario” è ossia la banca centrale versa dei contributi negli Stati.

Fonti del ministero Economia dire che la Spagna non ha fatto alcuna proposta alla BCE sul Bankia piano di finanziamento “, allora questo non può parlare”, ha detto il funzionario. Il governo mantiene un indirizzo che la prima opzione è quella di andare al mercato attraverso i meccanismi abituali del Tesoro per ricapitalizzare la società. Nello stesso senso si è pronunciata il ministro dell’Economia, Luis de Guindos, al Congresso, dicendo che la BCE non ha respinto un piano per ricapitalizzare Bankia, perché il governo “non ha presentato alcun piano” per l’autorità monetaria . “Fare di più se il governo e meno ai Financial Times, ” ha sottolineato. La possibilità di iniettare direttamente nel debito degli enti è stato sui piani del governo, anche questo mese ha cambiato la legge con decreto del Fondo di ristrutturazione della Banca, in modo che queste iniezioni dirette erano possibili non solo di singole entità, ma anche per il caso di fusioni, come annunciato ieri dal Liberbank, Ibercaja e BOX3, che richiederà fondi pubblici sotto forma di contingenti obbligazioni convertibili, conosciuti come noci di cocco. Il rifiuto della BCE, aggiunge il Financial Times, sembra rinforzare l’insistenza di Executive Mariano Rajoy che l’unica soluzione alla crisi che sta suscitando il costo del finanziamento del debito sovrano spagnolo a livelli insostenibili, è che la BCE diventerà un prestatore di ultima istanza per le banche spagnole. Egli rileva inoltre che il governo spagnolo non è disposto ad accettare un intervento simile a quello del Portogallo, Grecia e Irlanda, perché questi salvataggi sono stati “catastrofico”. Grecia ha chiesto il salvataggio il 23 aprile 2010, con un premio di rischio di 559 punti base nei giorni precedenti e il tipo di titolo a 10 anni al 8,83%. L’Irlanda ha chiesto assistenza, il 22 novembre di due anni fa, dieci giorni prima del loro premio per il rischio ha raggiunto 646 punti, con i rendimenti dei titoli a 8,89%. In Portogallo è stato sufficiente a superare 500 punti ai primi di aprile, il riscatto entro cinque giorni. Gli investitori 8,76% chiesto ai suoi 10 anni obbligazioni.

  

Un altro record del premio per il rischio

 

 

Gli investitori non allentano la pressione sul debito della Spagna. Il premio di rischio, che è il premio richiesto per i 10 anni le obbligazioni sui tedeschi ha stabilito un nuovo record giocando i 515 punti base, poco dopo mezzogiorno e superare il 514 fatta prima dell’apertura dello stock.

La mattinata è iniziata sotto l’ombra di incertezza sul futuro della Grecia e servizi igienico-sanitari delle banche spagnole, le due bestie nere degli investitori. Il premio di rischio, che misura la valutazione che il mercato per la solvibilità del debito sovrano spagnolo è aumentato seguenti dichiarazioni fatte a Belgrado dal direttore della Banca centrale europea (BCE), Ewald Nowotny, che assicura che l’istituzione riavviare il programma non include l’acquisto di titoli di debito lanciate nel maggio 2010. “La BCE ha adottato una serie di misure che erano molto utile ed efficiente per l’economia. Siamo a un punto in cui devi vedere come funzionano, in particolare operazioni a lungo termine”, ha dichiarato, come riportato da Bloomberg. Nowotny ha precisato che il piano di salvataggio “è la responsabilità dei governi” e che il ruolo della BCE è “in materia di liquidità, non di solvibilità“. Tuttavia, la tensione ha facilitato nel pomeriggio, tra le voci che la BCE possa essere preparando un intervento manuale per sostenere le banche della zona euro hanno detto i partecipanti al mercato Reuters. Il premio di rischio si attesta a 508 punti al closing, in modo che il rendimento sul benchmark a 10 anni ha raggiunto il 6,49% durante la seduta, ha dato il 6,42%.

In Borsa spagnola, il primo movimento del Dow 35 in apertura è verso l’alto, con un incremento del 0,6%. Dopo qualche esitazione, poi a sinistra in rada degli eventi che hanno mosso il mercato del debito e ha raggiunto di nuovo il 2,8%, anche se il calo è stato moderato chiudendo 2,34%, portando l’indice è situato a 6251.7 punti alla fine della sessione. I titoli bancari continuano a pesare come un freno sul manometro. Bankia teste, un altro giorno, le perdite, con un tuffo di 16,25%. Altri soggetti anche registrato cali che vanno dal 2,43% al 4,29% delle persone di Santander, ha annunciato oggi l’intenzione di vendere la sua attività di Internet banking e metodi di pagamento. Repsol (con una perdita di 6%) ha aggiunto pressione al ribasso il Dow dopo aver annunciato una nuova politica di riduzione dei dividendi.

I benchmark europei hanno mantenuto i loro guadagni sono stati mantenuti fin dall’inizio della sessione. Il ministro delle Finanze cinese ha annunciato alcune misure per stimolare l’economia asiatica, come le sovvenzioni per i prodotti ad efficienza energetica, e rivisto gli incentivi per l’acquisto di auto. Credit Suisse stima che il pacchetto di rilancio potrebbe essere di importo compreso tra uno e due miliardi di yuan, di cui la metà è stata attuata nel 2008.

 

Hanno contribuito a migliorare i sondaggi umore anticipando una vittoria per la Nuova Democrazia nella ripetizione delle elezioni greche, che si terrà il 17 giugno, la formazione a favore di mantenere i suoi impegni per le istituzioni internazionali, che ha contribuito a attenuare le paure che la Grecia abbandonano eurozona.Londres è fino 0,65%, 1,37% Parigi, Francoforte e Milano 1,16% 0,38%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa è stata la caduta del colosso

Il rapporto fornisce alcun beneficio, perché è in attesa di rivedere l’importo degli stanziamenti. In linea di principio, Bankia aveva registrato un utile di 304,7 milioni, che può essere influenzato dalla revisione dei conti della controllante, BFA. Se così fosse, i dividendi annunciati possono essere ridotti o eliminati s. Tra i politici sono convinti che gli azionisti delle entità con problemi dovrebbero essere i primi a pagare le difficoltà degli enti. Prima, naturalmente, dei contribuenti. Bankia dice anche che la Banca di Spagna, “in vista degli avvenimenti di queste ultime settimane e la crescente incertezza sul futuro dell’organizzazione “ha richiesto la presentazione di un nuovo piano di riorganizzazione rafforzata. Il gesto è che il supervisore vuole essere il Goirigolzarri nuova squadra che lo rendono un quadro completo della situazione del Bankia e del suo genitore, Cassa di risparmio finanziario (BFA). Prima di terminare questo mese, il gruppo consegnerà i conti definitivi per il 2011, durante l’assemblea generale degli azionisti. La vigilanza del gruppo rivela che le misure supplementari necessarie per la proposta del team di gestione precedente, guidato da Rodrigo Rato, il fatto che l’entità ha negato, al momento, in quanto non erano sufficienti a coprire 1.865.000 richiesto dal decreto di riforma del settore febbraio. La Banca di Spagna ha ordinato la quarta entità “misure complementari volte a semplificare e rafforzare le strutture di gestione e di gestione, aumentando la professionalità e un programma di dismissione”. “Queste azioni supplementari dovrebbero servire a migliorare la solidità delle istituzioni e ristabilire la fiducia del mercato”, continua il documento.

 

Bankia fronte a servizi igienico-sanitari di 4.722.000 senza il loro genitore, BFA. In totale, il gruppo dovrà affrontare 4.813.000. Questa situazione Rato costretti a fare un piano di pulizia bene che aveva bisogno di più di 6.000 milioni di iniezione di pubblico, oltre al 4.465.000 aveva già collocato il fondo di salvataggio, il gingillo, nel 2011. Il ministro dell’Economia, Luis de Guindos, ha rifiutato di avere lo stato di mettere più soldi, senza un cambiamento di gestione, passando attraverso l’uscita de Rato. L’ex vice presidente Aznar economica di uscita non si era reso conto che e Lunedi 7 maggio ha presentato le sue dimissioni al presidente Rajoy . Per quanto riguarda l’account, osserva la ricorrente che il margine prima degli accantonamenti si attesta a 492 milioni fino a marzo, ma niente in confronto al primo trimestre dello scorso anno. Questo è il dato che più si avvicina ai risultati, ma mancano di detrarre le spese. Il rapporto dice che il taglio dei costi ha portato al declino del 11% dei costi rispetto al primo trimestre del 2011 . 840 uffici sono stati chiusi e la forza lavoro è stata ridotta di 4.000 dal dicembre 2010. In termini di fondi dei clienti in gestione, depositi è diminuito di 766 milioni, un taglio dell’1% rispetto al dicembre 2011 . “Questa evoluzione è legata principalmente al reinvestimento nel primo trimestre di una parte dei depositi dei clienti in cambiali, per” ente nella nota. I dati non colgono l’eventuale uscita di denaro che ha seguito l’annuncio della nazionalizzazione della Banca e le dimissioni a sorpresa del suo presidente. Questo effetto è discusso di seguito. Il documento rileva che il margine di interesse, in una partita chiave per l’irrigazione tutti i redditi, pari a 844 milioni di euro rispetto ai 635 miliardi vinto nel marzo 2011. Si dice anche che ha un eccesso di liquidità di 15.000 milioni di euro sulle scadenze all’ingrosso fino alla fine del 2014. Bankia cercare di scongiurare i peggiori fantasmi attribuito il mercato.

 

Bankia perso un terzo del suo valore di borsa dopo le dimissioni di Rato

 

Le parti Bankia sono aumentate urto in Borsa oggi, dopo nove giorni consecutivi in rosso. Il gruppo la cui società madre, finanziarie e della Cassa di Risparmio, è stata nazionalizzata la scorsa settimana per mancanza di capitali, ha riconosciuto ieri che ribadire i loro conti nel 2011 in base alle differenze indicate dal revisore, che vi costringerà ad aumentare le forniture alimentari e, per Pertanto, le perdite. Dopo le turbolenze iniziato lo scorso Lunedi, quando ha incontrato le dimissioni del suo ex presidente, Rodrigo Rato, ha perso un terzo del suo valore. A metà mattinata, i titoli bancari sono venuti a cadere del 10,8% e ha minacciato di registrare la sua peggior seduta di questo periodo. A quel tempo, i titoli Bankia scambiato a 1,66 euro, il livello più basso dal momento che ha iniziato le contrattazioni. A questo prezzo, il taglio subito dalla dimissioni di Rato ha toccato il 32,1%. Se il riferimento viene preso come il mercato azionario premier per poco meno di un anno, nel mese di luglio 2011 con un prezzo di 3,75 euro, la perdita è del 57%. Il nuovo management team guidato da Jose Ignacio Goirigolzarri, che ora copre il consiglio di amministrazione, ha inviato ieri al CNMV un’anteprima dei loro risultati a partire dal 2012, divenne chiaro che l’intenzione di fare un nuovo inizio con i conti di l’entità che deve ancora presentare i risultati certificati per il 2011 da discrepanze Deloitte.

Il revisore ha stimato che il gruppo, compresi BFA, trascinando un patrimonio netto di 6.000 milioni di buco, oltre alla sfida di dover altra disposizione 4.813.000 per soddisfare nuovi requisiti di capitale del governo. Inoltre, prima della punizione pesante che crea valore, Bankia e vale meno soldi nel mercato azionario fornito freschi investitori, tra cui predominano gli individui, dal luglio dello scorso anno. Nel IPO, l’organizzazione ha ricevuto una iniezione di 3.092 milioni di euro. Inoltre, in seguito ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto di azioni privilegiate e obbligazioni subordinate emesse da BFA e di proprietà per lo più piccoli risparmiatori. Con esso, l’altra entità ricevuto nel marzo 1.155.000 di nuova moneta. In totale, quindi, gli investitori hanno iniettato capitale in Bankia un totale di oltre 4.200 milioni mentre ora, il suo valore è inferiore a 3.400 milioni di euro. Guardando al futuro, le prospettive non sono molto positive. SecondoCinco Dias collezionati , nessun analista consiglia di inserire il valore in questo momento e alcuni credono che potrebbe ancora diminuire ulteriormente. Bankia dà i primi segni di vita dopo il cambio del presidente. Un’entità parzialmente nazionalizzato la scorsa settimana dalla mancanza di capitale e la sua incapacità dei genitori di far fronte alla recente svalutazioni realty richiesto dal governo il Martedì emesso un anticipo del delineare dei suoi conti marzo 2012 . Tuttavia, ha avvertito che le informazioni erano “oggetto di modifiche apportate dalle possibili variazioni sui conti del 2011 e, in particolare, la conclusione finale della revisione dello stesso.” I nuovi dirigenti dell’ente, guidata da Jose Ignacio Goirigolzarri , chiarire che i controversi 2011 conti che non sono mai stati firmati dal revisore dei conti, vengono riformulate. Sul mercato si prevede un aumento delle disposizioni di forza e, di conseguenza, le perdite del 2011. Deloitte ha voluto inserire due avvertimenti che ha ridotto il patrimonio netto di 6.000 milioni di euro.

Prueba

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia