s
Cerca:

unione europea. Tutti i nostri post che parlano di: ‘unione europea’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica unione europea. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Barroso, Van Rompuy e Draghi.

Il presidente della Commissione europea, Jose Manuel Barroso e il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, hanno dato questa mattina le ultime due note della volontà della Spagna. “La Spagna deve adempiere. Non farlo comporterebbe la punizione del mercato e punire la sua credibilità “, ha detto Van Rompuy. Barroso era esattamente la stessa linea. Nel corso della riunione del mattino, tra cui il presidente della Bce, Mario Draghi, ha criticato i bilanci Spagna non aveva ancora presentato e ha richiesto la stretta aderenza agli obiettivi. Rajoy ha risposto che il bilancio sarebbe stato sottoposto a breve. Ma non ha detto una parola su chi pensava che annuncia un deficit del 5,8% solo un’ora più tardi, ha detto ai giornalisti. Il finlandese urki KATAINEN anche detto che sarebbe mano “completamente sbagliate” aperto. Se Rajoy prevede che uno dei paesi in difficoltà (Francia, Belgio, Olanda) è andato dalla sua parte, era piuttosto il contrario: il primo ministro olandese Mark Rutte, che ha a che fare con un grande buco nei conti pubblici, assunto un impegno pubblico alla cena di “tagliare tutto il necessario” per raggiungere gli obiettivi.

Il Governo, nonostante queste battute d’arresto, ha presentato un deficit sopra le piscine, anche in esecuzione intorno a La Moncloa, che fu detto dal 5,5%. Il calendario gioca contro la Spagna, ma anche in suo favore: in primo luogo, Rajoy è costretto a spogliarsi la figura e stare da sola, lasciando allo scoperto per il rimprovero da Bruxelles e una punizione possibile nei mercati . D’altra parte, molto probabilmente non avrà il tempo di aprire un procedimento penale. L’Europa ha le sue regole per il bene e il male deve essere presentata anche se il progetto di bilancio a Bruxelles e il deficit definitivo per il 2011, Bruxelles li deve valutare e poi è normale, dato che la recessione è di gran lunga peggiore di quanto si pensasse in molti paesi, vi è un rilassamento degli obiettivi generali, non solo per la Spagna. il cancelliere tedesco Angela Merkel, ha spiegato in una conferenza stampa sembra che la road map della Spagna nelle ultime settimane: “Penso che La prima cosa da fare è seguire il programma. I paesi presenteranno le loro proposte, ha presentato alla Commissione nel quadro del semestre europeo e poi vedere quale sarà il risultato. Ora non ha senso per decidere se gli obiettivi di disavanzo non sono più validi.

Fonte: http://politica.elpais.com

L’UE s’impegna a pianificare deficit Rajoy, ma discrepanze

Spagna protagonista Venerdì la grande storia del giorno, e forse una delle grandi storie dell’anno, in occasione del vertice del austerità di Bruxelles si sono scontrati apertamente con le regole dell’Unione, come non aveva mai fatto in oltre 25 anni , e dopo due giorni di palese silenzioso, a basso profilo, il presidente Mariano Rajoy ha annunciato alla stampa quello che voleva andare ai 26 capi di Stato e di governo presenti alla riunione: che il deficit nel 2012 sarà da 5,8 % e violare così a lungo, come concordato con Bruxelles. Questa rottura è presente e il futuro incerto: ha causato uno shock di interesse che paga il suo debito Spagna (che anticipa i problemi nei mercati) e, soprattutto, un incidente ferroviario nell’Unione europea (più problemi, questa volta con istituzioni che hanno l’ultima parola). Ma per due giorni tutti erano battute d’arresto per la pretesa di deficit esecutivo obiettivi flessibile per evitare un collasso dell’economia, la fine non può essere per entrambi: un alto funzionario dell’ Unione ha detto che la Spagna potrebbe avere qualcosa di simile un corridore per l’anno fiscale 2012, a condizione che il rigoroso rispetto per l’obiettivo sacro del 3% per il 2013.


In altre parole, l’UE concorda, in linea di principio, e anche con disaccordi interni – le pretese del governo. Il ritiro è sempre la decisione più difficile per un generale. Ma l’UE insiste sulla entrare nel vicolo cieco della conformità alla lettera degli obiettivi di disavanzo , incapaci di tornare indietro, nonostante si profila una recessione che i tagli potrebbero essere ancora più intensa. Con le regole in mano, la Spagna deve tagliare circa 44.000 milioni di quest’anno, di cui solo 15.000 sono già state applicate. Soltanto la Grecia e il Portogallo hanno lanciato tagli simili, ed entrambi sono immersi in una depressione, nessun segno di miglioramento. Altri paesi (Belgio, Olanda, anche la Francia) sono in una posizione simile in Spagna e rischia di fallire, ma non hanno spostato a Bruxelles, hanno preferito lasciare la Spagna per esporre, sapendo che Rajoy deve depositare e Bilancio .

Il relitto treno è dato da vari itinerari. C’è attrito tra il governo e la Commissione. E anche loro possono essere presenti all’interno delle istituzioni comunitarie, che può evidenziare risposte diverse a seconda che gli altri paesi sono costretti a rivendicare qualcosa. Venerdì, la Commissione era chiaro: “Soddisfare gli obiettivi di consolidamento in paesi come la Spagna è stato e rimane uno dei pilastri della risposta globale dell’UE alla crisi, ha detto un portavoce del commissario degli Affari economici, Olli Rehn. “I fatti sono testardi e le parole: 4,4% per il 2012 viene concordato e continua ad essere vincolante”, ha avvertito.

Van Rompuy punizione mette in guardia del rischio di mercato Spagna batte l’Italia del rischio per la prima volta dal mese di agosto. Un mese fa: “La Spagna sarà raggiungere l’obiettivo, e oggi è del 4,4%”.

Questo avviso può avere effetti collaterali: la Commissione ha reagito duramente, perché “sentono che la Spagna ha causato loro”, secondo fonti comunitarie.

Fonte: http://politica.elpais.com

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti: