s
Cerca:

Strategie errate

La minaccia di recessione nella zona euro dimostra la necessità di politiche di riattivazione.La minaccia di recessione nei paesi dell’area dell’euro è un dato di fatto. Nel complesso, il PIL dei paesi di Eurozona contratto di due decimi nel secondo trimestre del 2012, anche se la Germania è cresciuta un po ‘più del previsto su base trimestrale (0,3%) e la Francia è riuscita a evitare una caduta PIL, anche se ancora stagnante. Ma Spagna, Italia e Portogallo conto per più di due trimestri del declino. La crescita moderata tedesco non è sufficiente a compensare il peso delle economie sotto pesanti tagli di bilancio, il cui recupero non è previsto almeno per i prossimi quattro trimestri. Ai fini della zona euro, la Germania ei paesi partner ideologicamente austerità di bilancio (come la Finlandia, dove il PIL ha subito una contrazione dell’1% nel secondo trimestre, dopo la crescita dello 0,8% nel primo), stanno pagando il prezzo di un sbagliato strategia economica, che impone a tutti i paesi dei vincoli valutari dell’area di bilancio e controlli stretti senza alcun deficit di compensazione. Questa strategia moderazione universale favorisce un miglioramento della concorrenza in economia principali (in questo caso la Germania), o perché il loro aumento delle esportazioni, sia perché assorbire i flussi di capitali provenienti da paesi il cui debito subisce una pressione più elevata. Ma rompendo l’equilibrio economico e paesi come la Francia e la Finlandia sono suscettibili di pagare il conto per le recessioni in paesi come la Spagna o l’Italia. In un’area valutaria, le depressioni sono sparsi in tutti i paesi o indebolire gli altri. Le impostazioni della spesa pubblica e dei costi finanziari in cambio salvataggi punitive aggravare la situazione di crollo della domanda nei paesi colpiti e sanzionare risparmi necessari per far fronte agli impegni di debito. In Spagna, il governo ha anche l’incarico di aggravare il problema inutilmente punire la formazione del risparmio. Tutta la zona euro non respirare facilmente fino riattivato chiamato economie periferiche. Questo è un argomento che può essere dimostrato da confermare empiricamente e probabilmente per i prossimi trimestri.

La situazione tende a peggiorare politicamente, perché il rallentamento dell’economia in Europa rimane la capacità di crescita negli Stati Uniti e in Giappone a partire da settembre l’aumento della pressione degli Stati Uniti a Bruxelles, Berlino e Francoforte strategie di austerità temperamento e proporre qualsiasi prezzo politiche di crescita supplementari con la stabilità del debito. Aumento della temperatura anche di sviluppo sociale che eliminano la sicurezza sociale e il sostegno di disoccupazione compatibile con la stabilità interna. Come la Spagna. I vantaggi delle modifiche radicali non sono chiare (in Spagna il disavanzo resta a circa l’8% del PIL, nonostante le mutilazioni continuato la spesa per sanità e istruzione), ma il disagio cresce di ora in ora.

 

 

 

 

 

 

Leggi altri articoli del nostro blog che parlano di: