s
Cerca:

cambio euro. Tutti i nostri post che parlano di: cambio euro

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica cambio euro. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Vertice UE: positivo, ma il miglioramento deve aumentare

mario_monti2-560x313

Dopo due anni dalla comparsa dei sovrani della Grecia, crisi senza aver ancora riusciti a fermare la sua diffusione in altri Stati membri, ci si aspettava che questo despejase vertice, infine, quattro incognite irrisolte: come dare una soluzione accettabile per l’insolvenza della Grecia senza creare un evento di credito nel mercato dei CDS, come convertire l’impianto europeo di stabilità finanziaria EFSF o di un potente firewall che isola gli Stati membri solventi, come impostare una tabella di marcia e medio termine per migliorare la governance europea attraverso modifiche nel trattato, e come evitare un’altra crisi del sistema bancario derivante dalla crisi del debito sovrano. In primo luogo, per risolvere l’insolvenza della Grecia ha negoziato uno sconto del volontario del 50% sul debito greco detenuto da banche europee, secondo la decisione del Consiglio nel mese di luglio per avere un maggior contributo delle banche (PSI) .

Questa decisione è in grado di evitare un evento creditizio , ma non è priva di difficoltà. In primo luogo, solo stati in grado di costringere le banche ad ammettere di essere regolato, ma non il resto dei titolari del debito greco. In secondo luogo, le banche che hanno acquistato la protezione del debito mercato dei derivati (CDS) per la probabilità di default, perdono. Inoltre, la Commissione europea sta cercando di vietare CDS nudi , cioè senza il creditore o debitore sottostante per compensare il divieto di vendite in un breve nel mercato obbligazionario fisico. Infine, questo sforzo i volontari hanno fatto per il debito greco a stabilizzarsi al 120% del PIL nel 2020, che è molto dubbio che questo si ottiene, dal momento che questo livello potrebbe portare l’Italia, non la Grecia.Bce

In secondo luogo, per rendere il EFSF un potente firewall adottato due decisioni. In primo luogo, utilizzare il 250.000 milioni di EFSF attuale capacità di aumentare la solvibilità di una qualsiasi nuovo debito emesso dai solventi periferici Stati che garantiscono la loro prima perdita fino al 20%. In secondo luogo, le risorse rimanenti possono sfruttare SESF cinque volte, raggiungendo un miliardo di euro. A quanto pare, questa leva creerà uno o più veicoli SPV ad emettere collateralized debt obligations (CDO) in cui possono vendere i loro tranche senior e mezzanine , con meno rischi per gli investitori privati, mentre l’EFSF rimane con il tratto equity o di capitale che è la prima perdita fino al 20%.

Questa idea ha i suoi meriti, in quanto può ridurre le spread del debito italiano e spagnolo, ma non è senza problemi. In primo luogo, poiché nessuno Stato membro è disposto a pagare nulla, a differenza del FMI, sta generando una catena di garanzie degli Stati membri di approvare il EFSF, che a sua volta deve ottenere finanziamenti sui mercati, e EFSF sua volta supporta la perdita prima delle emissioni di debito dei solventi periferici, ma la maggior parte del rischio deve vendere nei mercati. Questo sistema è stato utilizzato da molte banche americane ed europee attraverso fuori bilancio veicoli fuori (SIV), che erano in grado di sfruttare decine di volte finché non furono vicini alla bancarotta non era stato salvato da loro governi. In Spagna è stato autorizzato.

L’euro è sostenuto da una rinnovata fiducia

banca_centrale_europea

Euro sale sopra 1,38 dollari, il livello più alto in un mese. Mercati calmi, fiduciosi in una soluzione futura alla crisi del debito. I segni di rinnovata fiducia nella zona euro è in crescita. In un’epoca in cui i mercati finanziari internazionali riflettono i colori , la moneta unica sale contro le principali valute. L’euro stabilizzato questa mattina al di sopra della soglia di 1,38-1,3808 dollari contro 1,3617 dollari solo ieri, il suo livello più alto dal 16 settembre. L’euro anche avanzato nei confronti della moneta giapponese a 106,52 ¥ ¥ 104,52 contro un giorno prima. L’aumento della moneta unica è un segno, secondo un analista, “il mercato sembra un po ‘più ottimista.” Infatti, per diverse settimane e in una crisi acuta sui debiti europei, l’euro è stato più oggetto di una “massiccia liquidazione di posizioni”.Gli investitori continuano a riguadagnare la fiducia nell’idea di una soluzione alla crisi del debito . I responsabili politici in modo che l’espansione del Fondo europeo per la stabilità finanziaria sarà ratificato a breve, la Slovacchia dovrebbe infatti girare intorno a una nuova votazione domani. Cosa possono fare i paesi della zona euro per contribuire collettivamente le banche faticano a ricapitalizzare per evitare il fallimento di un istituto che potrebbe creare una scossa sistemica. Dopo aver superato la crisi del debito da gennaio ai primi di settembre, la moneta europea ha raggiunto il suo livello più basso dal febbraio nei confronti del dollaro. Gli analisti hanno detto i mercati agire un default della Grecia.

fire_big

Mentre l’euro è stato più resistente alla crisi del debito a partire dall’inizio dell’anno, la moneta europea ha ritenuto il Lunedi al suo livello più basso dalla metà di febbraio contro il dollaro sotto 1,36 dollari, e per dieci anni contro lo yen. Circa 10 am (ora di Parigi), l’euro era quotato a ¥ 104,23 contro 105,92 ¥ Venerdì e 1,3562 dollari contro 1,3651 durante il fine settimana. Ma più che la forza dell’euro è la debolezza del dollaro che ha tenuto finora l’alto tasso di scambio. Venerdì, e l’arrivo di una nuova ondata di panico nelle borse in Europa e in America, l’euro è forte. Se si considerano le ultime due sedute, l’euro ha perso 4,69 % contro lo yen e 3,83% nei confronti del dollaro. L’Europa sembra pensare di più per salvare le sue banche. ” In altre parole, per evitare un effetto di contagio in Spagna o in Italia. “La situazione si aggrava, e tutti si chiede come andrà a finire”, ha detto un analista del mercato forex. Nuove economie Domenica annunciato dalla Grecia non hanno rassicurato i mercati finanziari. La settimana promette di essere determinante per l’area dell’euro : Troika (delegazione del Fondo Monetario Internazionale, la Banca centrale europea e l’Unione europea) si recherà a Atene Mercoledì a controllare i conti della Grecia e decidere di rilasciare o meno Un ulteriore taglio di sei miliardi di euro per il paese. Rifiuto della troika significherebbe un fallimento della Grecia. E l’euro potrebbe continuare la sua lenta discesa all’inferno. “Se la Grecia è stato davvero carente, allora potremmo avere come obiettivo la più bassa nel mese di gennaio oltre l’area di 1,3111 dollari e 1,2868 per dollaro”, dice Alexandre Taurand da XTB. Solo imprese esportatrici potrebbe accogliere un euro si deprezza.

http://www.lefigaro.fr/

Banca Europea e mercati

banca-centrale-europea-bce-reuters--258x258

Il taglio a sorpresa dei tassi di interesse dimostra che l’arrivo di Mario Draghi a capo della BCE è accompagnata da cambiamenti significativi nella politica monetaria dell’istituto. Dalla BCE a 0,25 punti dal suo tasso chiave al 1,25% è apprezzata dagli studiosi, perché dimostra che l’arrivo di Mario Draghi a capo della Banca centrale europea, al posto di Jean- Claude Trichet è accompagnato da un cambiamento nella politica monetaria. Sarà allentare il vincolo monetario nel momento in cui l’economia pericolosamente verso il basso nella zona euro. I mercati sono certamente confortati dalla partenza di Silvio Berlusconi, ma l’Italia è ancora obbligato a contrarre prestiti a condizioni totalmente insostenibile nel medio termine. Il mercato rilievo con l’arrivo di Mario Monti a capo dell’esecutivo italiano è abbastanza relativa. Il tasso di 6,29% in 5 anni a cui era costretto il paese a rifinanziare oggi non è rassicurante. Esso segna un enorme aumento del 5,32% a carico il 13 ottobre e dimostra che gli investitori sono molto cauti sul futuro del paese, nonostante la partenza di Silvio Berlusconi.

Il mercato rilievo con l’arrivo di Mario Monti a capo dell’esecutivo italiano è abbastanza relativa. Il tasso di 6,29% in 5 anni a cui era costretto il paese a rifinanziare oggi non è rassicurante. Esso segna un enorme aumento del 5,32% a carico il 13 ottobre e dimostra che gli investitori sono molto cauti sul futuro del paese, nonostante la partenza di Silvio Berlusconi. La prova della persistenza di un clima di profonda sfiducia, il tasso debitore a 10 sono sollevate a più 6,5% in tarda mattinata, che è totalmente insostenibile nel medio termine. Se Mario Monti, rassicura la sua capacità di imporre un regno di rigore per gli italiani non è affatto scontato.

euro-dollaro

La prova della persistenza di un clima di profonda sfiducia, il tasso debitore a 10 sono sollevate a più 6,5% in tarda mattinata, che è totalmente insostenibile nel medio termine. Se Mario Monti, rassicura la sua capacità di imporre un regno di rigore per gli italiani non è affatto scontato.Questa può anche rilasciare la pressione sull’euro, nonostante le difficoltà della zona euro offre ancora una significativa differenza di prestazioni rispetto alle tariffe in vigore negli Stati Uniti. Sono in un intervallo compreso tra 0 e 0,25% spingendo gli operatori a concentrarsi su investimenti più redditizi in euro a breve termine, sostenendo il corso della moneta unica. Tuttavia, qualsiasi rilassamento dell’euro rispetto al dollaro è un bene per la competitività economica dell’area dell’euro. Ma ciò che segna la maggiore attenzione, è che questo declino dimostra che il leader sorpresa della BCE è stato in grado di convincere i tedeschi a fare concessioni, che Jean-Claude Trichet è stato in grado di ottenere. L’arrivo di Mario Draghi segna una sorta di punto di svolta nel mondo anglo-sassone di politica monetaria della BCE, che le consentirà di essere più in sintonia con l’economia reale. L’annuncio a sorpresa della caduta di un quarto di punto del tasso della Banca centrale europea ha dato una spinta ai mercati azionari. Incontro a Nizza la Borsa di Parigi . Il CAC 40 è salito 2,73% a 3195,47 punti. Il giorno prima, era già tornato 1,38% ponendo così fine tre giorni consecutivi di ribassi. Segno del ritorno degli investitori, il volume degli scambi è stato ampliato.

http://www.lefigaro.fr/

La banca spagnola è fiduciosa nel soddisfare l’Unione europea con un piccolo aumento di capitale

Le grandi banche spagnole affidamento per raggiungere il 9% del capitale di alta qualità (core tier 1) senza la necessità di appello solo ai mercati. Santander, BBVA, La Caixa, Banco Popular Bankia e sono già vicini a quel livello di solvibilità e di stimare l’impatto del prezzo di mercato di un portafoglio di debito sarà di circa 3.000 milioni. Per generare profitti, disinvestimenti, riducendo attività di rischio ponderate e, soprattutto, il calcolo delle obbligazioni convertibili già emesse, può essere evitato in molti casi la necessità di cercare nuovi capitali. L’analisi effettuata per il paese di dati provenienti da prove di resistenza al banco lo scorso luglio dimostra che Bankia e Popolare banche spagnole spendere più fatica a superare la barra.
bce_logo

In Europa, Deutsche Bank e Société Générale, che hanno bisogno di più soldi per raggiungere il credito del 9%, ma il calcolo è fatto senza tener conto del deprezzamento del debito dei paesi periferici, con i quali le entità greco sarebbe più colpiti. Al culmine della contraddizione, la Dexia in salvo avere una buona nota teorica in questa rassegna, anche dopo aver regolato il valore del suo debito. Nel conteggio finale influenzerà anche se l’ Autorità bancaria europea (EBA, per il suo acronimo in inglese) sostiene le disposizioni generali, il materasso che le entità create per quando arrivano i tempi cattivi. La Banca di Spagna non viene conteggiato quando è richiesto un capitale minimo di 8% o 10%. Nella presente analisi sono stati presi in considerazione solo l’EBA generici forniti che saranno utilizzati quest’anno. Per Santander è vitale avere la convertibile, come sembra accadere. Anche con l’impatto del debito non può avere bisogno di raccogliere capitali attraverso i risultati generato e dividendi azionari.

Time - Money
L’entità è BBVA posizione più comoda, anche se le cifre da EBA non conta l’incremento delle attività per l’acquisto del 25% della banca turca Garanti . Anche con questo, gli utili e generazione di reddito può evitare attraente per il mercato. EBA dati per Bankia sono inaffidabili, in parte perché erano legati al suo genitore, BFA. Bankia chiarisce ulteriormente che la situazione è migliore rispetto alle disposizioni della EBA per la chiusura del 2011, che potrebbero aver bisogno di capitale, anche senza il portafoglio di debito. L’Agenzia fa notare che la sua attività di rischio ponderate, il gioco che determina il fabbisogno di capitale, sono stati ridotti da 15.000 milioni di euro rispetto alla fornitura del EBA e messo da parte 190.000 milioni. Secondo i loro calcoli, il patrimonio di base attuale, catturato l’3.100 milioni scambiati, oltre il 9%. In breve, l’organizzazione guidata da Rodrigo Rato stima che anche con il deprezzamento del portafoglio non sarà necessario più di 400 milioni.

In CaixaBank si aspettano che l’aggiustamento del debito è a poche centinaia di milioni. Se supportato quasi 3.000 milioni in obbligazioni convertibili e simili, e tenendo conto delle plusvalenze non realizzate su Repsol e Telefonica non avrebbe bisogno di raccogliere capitali. Figure popolari, perché non richiedono un aggiustamento includono attività di rischio maggiore per l’acquisto di Pastore. L’entità e prevede di emettere 700 milioni di obbligazioni convertibili per aumentare la sua solvibilità dopo la fusione. Per tagliare il debito, la banca è fiduciosa che il disegno di legge supplementare non superi i 500 milioni.

http://www.elpais.com

Dollaro Euro convertitore

La moneta ufficiale degli Stati Uniti d’America, nonché la più usata a livello globale è senza ombra di dubbio il Dollaro Statunitense. Il suo simbolo è ‘$’ e il suo codice ISO 4217 è USD. Il Dollaro spesso è accoppiato all’Euro, un classico esempio lo troviamo nel Forex dove Dollari e Euro fanno “coppia fissa” nei intercambi monetari, il motivo presto si scopre.

Effettivamente l’Euro (EUR o €) è una moneta molto potente poiché è la moneta ufficiale dell’Unione Europea, essa è la valuta usata dai paesi che aderiscono all’UEM (Unione economica e monetaria). Nata nel 1999 e in circolo ufficiale dal 2002, è gestita dalla Banca Centrale Europea che ha la sua sede e dal Sistema Europeo delle Banche Centrali.

Nonostante la giovane età dell’Euro esso è molto più potente economicamente del Dollaro. Attualmente (febbraio 2009) il cambio Eur/Usd corrisponde a 1,39, ovvero, un Euro è pari a 1,39 Dollari, e se osserviamo i grafici che ci forniscono i siti appositi possiamo vedere non solo il convertitore dollaro euro ma persino l’andamento di queste conversioni, notando che c’è un rialzo dell’Euro.

Difatti sono vari i paesi che temono una svalutazione del Dollaro e la Russia, ad esempio, sta già pensando a una moneta di riserva da usare se la svalutazione fosse troppo forte, effettivamente la Russia sta accumulando molti Euro.

Effettivamente ci converrà usare un convertitore dollaro euro giornalmente per poter vedere l’andamento delle due monete prima di poter prendere decisioni in campo finanziario. Nel web c’è ne trovano parecchi, basta ricercare le seguenti parole “dollaro euro convertitore”.

L’euro ha raggiunto livello più basso dalla sua creazione alla sua intersezione con il franco svizzero

soldi

L’incertezza è tornata ai mercati finanziari e valutari sono dubbi che sono stati restituiti per proteggere gli investitori. Particolarmente significativo è stato il calo rispetto al franco svizzero, valuta svizzera motivati perché, in contesti di avversione al rischio si comporta come un rifugio sicuro.

In particolare i rendimenti 1,65 per cento a 1,157 franchi svizzeri, il suo più grande calo dallo scorso 11 luglio, ma potrebbe essere peggio, perché il tasso di cambio intraday dell’euro contro la valuta svizzera ha perso più del 2 per cento fissato record negativo in 1,5199 franchi.

Anche se l’euro ha perso terreno in tutti gli incroci, di fatto nei confronti del dollaro la moneta europea si è mossa quasi piatto con un apprezzamento del 0,02 per cento. Ma il biglietto verde è stata l’eccezione, per quanto riguarda la moneta comune JPY ha subito una flessione di 0,22 punti percentuali, mettendo la mano nella ¥ 112,52 per euro. Queste fluttuazioni sono derivati dalle notizie che arrivavano dagli Stati Uniti, che hanno oscurato l’effetto dell’accordo sulla base di un dolce greco di ristrutturazione del debito. Democratici e Repubblicani non il progresso nelle trattative per aumentare il massimale del debito e la scadenza del 2 agosto, è molto vicino. Questa settimana tutti gli occhi saranno puntati sul Congresso U. S. attesa per le due parti hanno finalmente raggiunto un accordo che impedisce una paralisi di governo.

Cambio banconote e monete in lire

eurocash2Con l’immissione delle banconote e delle monete in euro, le cartemonete e le monete in lire hanno finito di avere corso legale il 28.2.2002, al termine del periodo di doppia circolazione.

Dette banconote e monete in lire possono essere cambiate presso gli sportelli delle Filiali della Banca d Italia entro il 28.2.2012. Nella tavola allegata sono riportati le liste delle banconote e delle monete già prescritte con l’indicazione della data di prescrizione, non soltanto di quelle ancora rimborsabili. La Banca d Italia, nel compiere le operazioni di conversione di lire in euro, si riferisce alle prescrizioni del D.Lgs.231/2007 “Attuazione della direttiva 2005/60/CE riguardante la prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio delle entrate di attività criminali e di finanziamento del terrorismo” e della direttiva 2006/70/CE che ne reca misure di esecuzione e consecutive modificazioni e integrazioni. Si precisa che in caso di richiesta di conversione di banconote e monete in lire per conto di terzi, all’atto dell’identificazione i richiedenti dovranno fornire, sotto la propria responsabilità, tutte le informazioni indispensabili per l’identificazione dei soggetti per conto dei quali operano. Queste disposizioni si applicano, nella fattispecie, anche ad operatori quali, per esempio, i cambiamonete, dal momento che l’attività di raccolta di lire da convertire in euro non può considerarsi “attività professionale”. Ai sensi dell’art. 11, comma 2, lettera c, del Decreto legislativo 231/2007, di fatto, è da considerarsi tale la “negoziazione a pronti di mezzi di pagamento in valuta”, definizione che non può includere le lire, fuori corso legale.

Commodities

Commodities è un concetto che pur essendo le nostre conoscenze del mercato limitate non possiamo non conoscere. Le commodities sono beni il cui valore è rappresentato nei mercati finanziari.  Vedi i prezzi delle materie prime. Questo tipo di proprietà è “generica”, cioè non hanno una differenziazione tra di loro. Con questo intendiamo dire che vendute in Italia, in Cina o in qualsiasi parte del mondo, hanno lo stesso prezzo e stessa qualità.

commodities

Classificazione delle merci:

  • Cereali: soia, grano, mais, avena, orzo.
  • Softs: cotone, succo d’arancia, caffè, zucchero, cacao.
  • Energie: petrolio greggio, olio combustibile, gas naturale, etanolo, NAFTA.
  • Metalli: oro, argento, rame, platino, alluminio, Palladium, ferro.
  • Carni: bovini vivi, suini vivi, burro, latte.
  • Finanza: Obbligazioni 30, eurodollari, Fed Funds di 30 giorni.
  • Indici: Dow Jones, S & P500, Nasdaq100, Nikkei225, E-Mini Nasdaq.
  • Valute: euro, dollaro, sterlina inglese, Rand Sud Africano, Franco Svizzero, ecc.

Vi lasciamo una semplice grafica che mostra le quotazioni in tempo reale dei seguenti prodotti:

  • Oro
  • Argento
  • Il petrolio
  • Alluminio
  • Cardamomo
  • Rame
  • Gas Naturale

Cambio euro dollaro

Nel Cambio Dollaro Euro durante l’ultima sessione si assiste a un “sell off in attività rischiose che hanno innescato il panico. Le tensioni in Medio Oriente e in particolare quelle provenienti dalla Libia fanno sic he gli azionisti stiano abbandonando le attività del mercato azionario per cercare ‘porto sicuro’ come I bond U. S. del Tesoro o lo stesso dollaro. Vediamo anche sullo yen e franco svizzero segni di forza per lo stesso motivo.

Gaddafi

I fattori geopolitici, spesso ignorati dai mercati, prendono il primo piano. Gheddafi è arroccato sul potere e ha inviato l’esercito per attaccare i manifestanti. Nel caso della Tunisia e dell’Egitto, i militari sono i garanti della rivoluzione democratica. I morti supererebbero i 200 ma l’informazione non può essere confermata.

A causa della escalation di violenza in Libia, i prezzi del petrolio sono saliti alle stelle con picchi negli ultimi due anni e mezzo, anche se gli analisti e le autorità assicurano che l’impatto sulla fornitura è minimo. Secondo gli esperti, la reazione del mercato dovrebbe essere, come è successo con il debito sovrano, la paura del contagio ad altri paesi della regione. Algeria e Arabia Saudita sarebbero il jackpot.avvoltoi

Andare a creare l’impressione che la Francia e la Gran Bretagna sono stati i veri architetti del successo della campagna degli Alleati contro Muammar Gheddafi, Ivo Daalder, ambasciatore americano presso la NATO, ha ribadito ieri che non ci sarebbe nulla senza gli Stati Uniti possibile. L’intervento americano “è stato cruciale per gli altri paesi di partecipare e di adempiere al mandato delle Nazioni Unite”, ha detto. Daalder ha detto che la campagna continuerà come il regime ei suoi elementi rappresentano una minaccia per i civili, indipendentemente dal destino di Gheddafi. “E ‘chiaro che tutto sta per affondare, se Gheddafi scompare”, ha detto. Washington ha tranquillamente mantenuto il suo ruolo nel funzionamento unificata Protector, ma sembra che gli allori che alcuni sono posti nel momento della vittoria, fino a quando la Germania è stata attribuita sfuggente ora un ruolo molto importante nello sforzo, è necessario mettere le cose a posto. Daalder ha battuto l’attivismo americano nella progettazione, ottenendo un mandato delle Nazioni Unite e la sua attuazione. “L’America ha il 26% di sortite d’aria. Più di chiunque altro”, ha conquistato. Daalder non mancherà di apprezzare gli sforzi degli alleati, che ha definito “indispensabile” nel caso della franco-britannica.
Libia
Secondo i loro conti, i tre paesi hanno il 60% delle sortite d’aria. Gli Stati Uniti ritengono che la protezione unificata ha dimostrato l’importanza delle armi di precisione, il bisogno di alleati per dotarsi di intelligence, sorveglianza e ricognizione; basi di stoccaggio di munizioni a sufficienza per le campagne che possono verificarsi senza preavviso abbastanza convincenti e che il controllo delle operazioni centri hanno personale addestrato per individuare e contrassegnare gli obiettivi, la formazione ora si trova principalmente negli Stati Uniti.
Campagna di Libia “continuerà mentre il sistema o di suoi elementi rappresentano una minaccia per i civili,” Daalder previsto, che si traduce in una fonte statunitense, se vi è di estendere il mandato di Unified Protector oltre il termine di 26 giorni, essere fatto.

Borse europee

Giornata di tendenze miste oggi, nelle borse della vecchia Europa, con un fitto programma di dati macroeconomici. Mentre la delegazione dell’Unione europea in Grecia osserva con attenzione i conti del paese di Papandreou per risolvere i problemi di debito europeo gli osservatori UE sembrano cercare di giustificare il rifinanziamento tramite una nuova tranche di pacchetto di salvataggio da 15.000 euro ad ogni modo. Intanto la Grecia emette un 300 milioni di euro sul mercato ad un interesse al di sotto del 5% sfoggiando una sicurezza nel mercato a reddito fisso che ha perso da tempo. Gli analisti dicono che questo è un buon momento per il debito greco visto che gli indici danno segni di forte miglioramento sui mercati grazie a risultati come quello del Sentix pubblicato ieri. Per quanto riguarda appunto il fronte macroeconomico sappiamo che l’economia francese crescerà dello 0,8% nel primo trimestre di quest’anno, secondo la prima stima della Banca centrale del paese. In aggiunta ai dati della crescita francese sono oggi anche la pubblicazione dei dati di bilancio del Paese deficit e tedesco figure di produzione industriale.

euro-soldi-tasse

E non sono stati buoni. Nonostante la fiducia del mercato nel vecchio continente aumenta, la produzione in Germania è tornata nel mese di dicembre 2010 ad una decrescita del 1,5% rispetto a novembre. Questo è quanto emerge dai dati provvisori diffusi oggi dal ministero dell’Economia del paese in Germania. Adesso si parla di tendenza visto che nel mese di novembre vi era stata una flessione del 0,6% rispetto al mese precedente. Secondo il Ministero, mentre la produzione industriale cala solo dello 0,1% nel settore delle costruzioni è sceso del 24,1%, soprattutto a causa di condizioni invernali, e un maggiore prezzo dell’ energia 0,3%.  Per quanto riguarda i dati francesi il paese dichiara un deficit di bilancio record di 148.798.000 € nel 2010. Rispetto ai 138.029.000 € l’anno sembra che non sia modellino in quanto alle richieste di riduzione del deficit fatte da Jean Claude Trichet. Non tanto come la Grecia, l’Irlanda o la Spagna. Le spese di amministrazione statale sono cresciute del 15,9% a 425.650 milioni di euro, mentre i ricavi aumentano anche allo stesso tasso fino a stabilirsi a € 274.887.000.

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti: