s
Cerca:

tassi. Tutti i nostri post che parlano di: tassi

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica tassi. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Tassi d’interesse invariati? BCE e BoE in riunione Politica Monetaria

Sono veramente poche le aspettative dei trader, del mercato di Forex, sulle riunioni odierne della Boe e della BCE. I tassi d’interesse rimarranno stabili ed ancorati. A Londra allo 0,5% senza novità. All’Eurotower invece le novità ci saranno ma niente a che vedere con i tassi- che sicuramente resteranno al minimo storico dell’1%– ma con i commenti relativi alla situazione della Grecia. Trichet dovrebbe parlare del debito greco prima della fine della giornata. Leggi il nostro riassunto dell’ultimo discorso di Trichet.

Nessun cambiamento in vista.

Nessun cambiamento in vista.

Sull’altra sponda dell’oceano, il Presidente della FED, Ben Bernanke, è intervenuto ieri sulla questione dell’economia, ammettendo che non siamo ancora completamente fuori dai guai e sottolineando che l’economia americana è ancora ben al di sotto del suo potenziale.

Euro e Sterlina, i Tassi della Bce e BoE non romperanno la stabilità delle valute europee

Oggi i principali cross sul mercato Forex continuano a muoversi senza una direzione specifica mantenendo alta la volatilità. Il trend si manterrà per tutta la giornata e i dati macro, anche se di importantissimo livello come le riunioni della BCE (Banca Centrale Europea) e la BoE (Bank of England) per decidere i tassi d’interesse, non avranno grande impatto sul mercato. Vediamo lo stato di salute dell’Euro e della Sterlina:

global_currency

Euro: il cross Euro Dollaro continua a sprofondare e arriva all’1,33 e 1,3267 come prossimi obiettivi. La conferenza stampa di Trichet sono sarà motore di movimento per il cross visto che il presidente della BCE non parlerà dell’Euro ma de la misure di garanzia.

Sterlina: il Cable si dimostra incapace di flettere sotto quota 1,5130 anche se i PMI dei servizi di ieri sono andati peggio delle attese e l’asta di Gilt con scadenza a 5 anni sono fattori di fiducia per quelli che decideranno di comprare oggi. Infatti il Cable potrebbe rompere l’1,5325 grazie ai dati della produzione industriale spingendo anche sul cross Euro-Sterlina.

Giappone, i tassi rimangono invariati

Uno dei primi dati macro della giornata -la Boj che lascia invariati i tassi allo 0,1%– non sorprende affatto il mercato. Dopo una due giorni di riunione intensa per discutere dello stato dell’economia nel paese del sol nascente i banchieri centrali hanno deciso di mantenere i tassi ai minimi storici. Una decisione mirata ad iniettare liquidità di valuta giapponese in un mercato internazionale ormai avido di Yen. Infatti in Giappone –la Boj registrava perdite di  riserve record alla chiusura dell’anno fiscale– “l’economia ha iniziato il recupero, soprattutto grazie al miglioramento delle economie internazionali e alla politica monetaria del paese”, dichiara la Boj, che resta in attesa delle dichiarazioni del governatore Boj Masaaki Shirakawa per parlare del futuro della valuta.

Giappone. Foto: Commons

Giappone. Foto: Commons

Dopo Fed: il 59% del mercato prevede salita dei tassi Usa nel 2010

Dopo l’attesissima e contundente risposta negativa della Fed alla domanda: sta per cambiare la politica monetaria degli Stati Uniti? i mercati si sono rilassati. I tassi della Fed rimangono invariarti allo 0,25% e ci resteranno per “un esteso periodo di tempo”, parola di Ben Bernanke. Nessuna sorpresa.

La risposta dei mercati?

Borse in verde, l’euro toccava alle 8.00 del mattino i 1,378 nel cross con il dollaro e iniziavano a sentirsi dei rialzi nella domanda di debito. Il mercato crede che ci sia un 59% di probabilità in favore di una rialzo dei tassi da parte della Fed prima di fine anno. Quando? Nell’ultimo trimestre 2010. Sino ad allora continueranno a piovere dollari.

Dollar rain. Img: solargenicsfl.com

Dollar rain. Img: solargenicsfl.com

La Banca Centrale Giapponese dopo due giorni…

Continua a leggere Dopo Fed: il 59% del mercato prevede salita dei tassi Usa nel 2010…

Tasso Fed? Risultato alle 19.15

Al termine della riunione di oggi conosceremo dalla Fed la decisione sui tassi di interesse. L’attesa delle borse è grande e – anche se le voci degli esperti rassicurano il mercato preannunciando tassi invariati- la politica monetaria americana potrebbe variare. Una variazione che servirebbe ad uscire dalle misure economiche straordinare adottate dagli Stati Uniti durante la crisi.

Ben Bernanke. Foto: sagentwm.com

Ben Bernanke. Foto: sagentwm.com

L’ultimo dato dei tassi di interesse americani è: 0,25%

Alcuni analisti stimano questa sia l’ultima occasione in cui la Riserva Federale americana ripete strategia. In relazione a questo “cambiamento” che la squadra di Ben Bernanke sta covando per la politica monetaria del paese ricordiamo le indiscrezioni sulla sostituzione del numero due della Fed Donald Kohn con Janet Yellen. Per alcuni soltanto un altro “flop” delle strategie Obama, visto che la Yellen sarebbe una soffio di liberalismo, per altri invece la miglior scelta possibile.

BCE lascia i tassi invariati

Nessuna novità da Francoforte. I tassi rimangono invariati all’1% e quello che dovrebbe essere il market mover più importante della giornata euro conferma la sua scarsa influenza sulla stabilità della valuta. Infatti, la notizia non sorprende visto che tanto l’influenza delle riforme elleniche sull’economia del paese come la riunione della BCE sembrano non avere forza sufficiente per convincere il mercato a compare euro. Il valore della moneta unica continua a slittare giorno su giorno e oggi pesano di più i dati macro americani –negativi anche quelli- che lo spontaneo ottimismo di Trichet e la pianificazione dell’Exit Strategy per la zona euro.

ECB


Dollaro: Marzo ottimista

Chiude un febbraio altalenante per il dollaro che potrebbe entrare nel mese di Marzo rinforzato dalla decisione della Federal Reserve di alzare il tasso di sconto -quello applicato ai prestiti alle banche commerciali- dello 0,25% allo 0,75% con un messaggio chiaro da parte di Bernanke e i suoi: l’Exit Strategy è in moto e il dollaro sarà il cavallo di battaglia. Ecco i numeri di febbraio:

20090810-dollar-vs-euro-300x233

Continua a leggere Dollaro: Marzo ottimista…

Informazioni sul dollaro e l'euro. La pagina di Forex per entrare nel mondo delle valute.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti: